F1 | Stefano Domenicali a capo della Commissione monoposto

6 dicembre 2014 – Nel corso dell’ultimo Consiglio Mondiale svoltosi giovedì in Qatar, sono stati nominati tutti i presidenti delle Commissioni FIA tra cui quello della Commissione Monoposto. Dopo l’uscita di scena di Gerhard Berger, infatti, l’incarico è stato affidato a Stefano Domenicali, ex-responsabile della Gestione Sportiva Ferrari e ora in forza al Gruppo Volkswagen, e più precisamente all’Audi.

_48558729_domenicali640Domenicali, di recente, è stato anche incaricato dalla FIA di far parte della commissione di inchiesta istituita per indagare sulle cause dell’incidente occorso alla Marussia di Jules Bianchi, nello scorso Gran Premio del Giappone e proprio al temine di questo lavoro il Consiglio Mondiale ha deciso di insignirlo di questo incarico (si noti che la Commissione Monoposto è ben distinta dalla Commissione F1) con il compito di proseguire il lavoro di riorganizzazione del settore già portato avanti da Gerhard Berger. L’ex-pilota austriaco, infatti, è stato il promotore della Formula 4, serie che è partita nel corso del 2014 con un campionato pilota in Italia, e ha seguito la riorganizzazione dei campionati di Formula 3, attraverso la valorizzazione della serie europea, che nell’ultima edizione ha visto la vittori di Esteban Ocon e ha portato alla ribalta Max Verstappen, attuale pilota della Toro Rosso.

Come ricordato, Domenicali è entrato a far parte della compagine Audi dallo scorso mese di novembre con il ruolo di responsabile dello sviluppo di nuove opportunità di mercato nei settori dei servizi e della mobilità. La nomina federale, invece, rappresenta un riconoscimento e una prosecuzione delle sue attività sportive svolte nel corso degli anni alla Ferrari, come direttore sportivo prima e Team Principal (anzi, responsabile della Gestione Sportiva) poi, succedendo proprio all’attuale Presidente della Federazione, Jean Todt.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Cristian Buttazzoni

"Life is about passions. Thank you for sharing mine". (M. Schumacher) Una frase, una scelta di vita. Tutto simboleggiato da un numero, il 27 (rosso, ma non solo)

Lascia un commento