F1 | La Ferrari ha già bruciato metà dello sviluppo 2022…

Seguimi su twitter:

Più volte abbiamo raccontato e spiegato di come la Ferrari non abbia aumentato in termini di potenza massima i cv della sua Power Unit ma diversamente ha incrementato il tempo in cui la medesima potenza è disponibile nell’arco di un giro. Trovate i link qui https://www.f1sport.it/2021/10/f1-i-cv-fake-della-ferrari-dopo-laggiornamento-motore/ e qui https://www.f1sport.it/2021/10/f1-il-funzionamento-dellers-e-i-cv-fake-della-ferrari-parte-2/

ferrari_mercedes

In effetti dopo le ultime gare osservando le telemetrie della Ferrari e confrontandole con quelle Mercedes si nota come ora le curve della velocità massima ora siano molto più simili rispetto all’inizio di stagione. In Texas le curve sembrano coincidere, con un leggerissimo vantaggio addirittura della Rossa. Un salto positivo e che rincuora sicuramente e che si deve riconoscere essendo questo oggettivo e chiaro dati alla mano. 

Un impegno ed un miglioramento nato proprio dalla volontà di centrare quell’obiettivo del terzo posto in classifica costruttori, al momento messo in pericolo dal una McLaren che fortunatamente per gli uomini di Maranello è altalenante nei suoi risultati. Ma se in Ferrari avessero anticipato quegli sviluppi e aggiornamenti che sarebbero dovuti essere introdotti nel 2022? Di fatto più di qualcuno ha parlato di un motore che per metà (essendo possibile modificare in corso di campionato solo la parte elettrica) sarebbe quello del 2022. Questo vorrebbe dire che già metà dei propri “colpi in canna” la Ferrari se li sarebbe sparati! Quando toccherà agli altri poi? Quando Mercedes, RedBull, McLaren rivedranno le loro Power Uniti in toto ovvero i rispettivi motoristi di (Mercedes e Honda… ma anche Renault). Certo rimarrà ancora lo sviluppo sulla parte endotermica ma di fatto in Ferrari metà chance se la sono già giocata. 

Non è certo rassicurante tutto ciò, giocarsi metà sviluppo del 2022 per l’obiettivo fissato da Binotto (il terzo posto nel campionato di Formula 1 costruttori) e salvare magari la poltrona senza avere poi una visione ed un sviluppo completo nel 2022. Sarà stata la scelta giusta? Ai posteri l’ardua sentenza…


Antonio Granato

F1 Freelance Technical Analyst - AME-Aircraft Maintenance Engineer - Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk - Blogger ilfattoquotidiano.it - collaboratore di Autosprint Twitter: @antoniogranato www.antoniogranato.com