F1 | Andretti-Sauber, l’affare non si farà

Andretti-Sauber, l’attesa non premia in questo caso. L’azienda americana del figlio del grande Mario puntava ad entrare in F1 acquisendo la maggioranza del team elvetico. Ma gli attuali proprietari del team di Hinwil hanno rigettato l’offerta da parte di Andretti, con Michael che puntava al ribasso. Un nulla di fatto quindi, con Bottas confermato e l’addio di Giovinazzi sempre più probabile.

Tra Andretti e la Sauber non c’è stata la tanto attesa “fumata bianca”. Le due parti dopo essere state in trattativa per diverse settimane, non hanno trovato nessun accordo. Il sogno di sbarcare in F1 da parte di Michael Andretti è durato quel che è durato, un nulla. Tante parole ma pochi fatti verrebbe da dire, con gli attuali azionisti della Sauber che si sarebbero particolarmente irritati nella tattica attendista di Andretti.

In pratica il figlio del grande Mario avrebbe atteso troppo tempo secondo i proprietari del team svizzero, con lo scopo di puntare decisamente al ribasso l’offerta. I vertici della Sauber guidati dalla famiglia Rausing evidentemente si sono sentiti presi in giro, o magari c’è stata la consapevolezza che per il momento è giusto restare ancora in F1.

Si potrebbe definire la trattativa “americana” creata ad hoc solo per aver più visibilità per Andretti nel mondo della F1. Tante voci circolate nello scorso weekend ad Austin in occasione del GP, un giorno l’accordo era stato firmato, il giorno dopo non c’era più. Il caos assoluto!

A farne una magra figura non sono stati i vertici del team di Hinwil, ma la compagine guidata da Michael Andretti. Mentre i proprietari attuali della Sauber ne escono quasi da vincitori, con la consapevolezza di poter dare ancora un futuro alla scuderia fondata da Peter Sauber. E per futuro si parla di 2022, con l’arrivo del nuovo regolamento tecnico e delle nuove monoposto. Un’occasione ritenuta fondamentale dai vertici della scuderia elvetica, con la consapevolezza di poter risalire dal fondo della griglia.

Con Andretti che rinuncia alle quote Sauber, resta da capire chi saranno i piloti della Sauber. Bottas ha già firmato per il 2022 nei mesi scorsi, mentre c’è un punto di domanda su chi sarà il suo compagno di team. La posizione di Giovinazzi è sempre più in bilico, la riconferma è sempre più lontana per il pugliese. D’altronde in questi ultimi GP la tensione tra Giovinazzi ed il team è salita sempre più.

Secondo il muretto box di Hinwil l’italiano non avrebbe rispettato alcuni ordini di scuderia. Un chiaro segnale che l’avventura con l’Alfa Sauber per Giovinazzi è giunta al termine.

Con molta probabilità a far compagnia a Bottas ci sarà Zhou. Il pilota cinese è attualmente impegnato in F2, e sembra aver le porte spalancate nel team elvetico, più per la sua valigia carica di capitali piuttosto che per il suo talento. Ma guai a ripeterlo troppe volte dato che anche in F1 vige la regola del “politicamente corretto”.

Alberto Murador


Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".