F1 | Sveltata la BWT Racing Point 2020

La Racing Point cambia ancora nome e presenta la RP20 a due giorni dall’inizio dei test di Barcellona. E’ l’ultimo team a svelare la vettura 2020 prima dei test ufficiali in terra catalana. 

di Francesco Svelto |

Cambia ancora nome il team di base a Silverstone e ormai saldamente nelle mani di Lawrence Stroll, papà di Lance e pilota di casa. Con un accordo rinnovato e prolungato negli anni e negli emolumenti, la squadra sarà da oggi in avanti riconosciuta come BWT Racing Point F1.

Da oggi in avanti dicevamo. Ma non troppo avanti. Perchè dall’anno prossimo quello che oggi è il team dal particolare colore caratteristico rosa, da domani (anno prossimo) diventerà il team ufficiale Aston Martin Racing.

https://twitter.com/RacingPointF1/status/1229410233488900102?s=20

Sono anni transitori quindi quelli che sta passando la squadra di Silverstone che circa trent’anni fa debuttava in F1 come Jordan. E’ stato quasi prossimo alla chiusura tra il 2016 e il 2017 poi ci ha pensato, come scrivevamo, papà Stroll a salvarla prima dalla bancarotta e poi a traghettarla verso uno storico accordo che porterà un grande marchio come AMR in F1. E va bene cosi.

Ma vieniamo alla RP20.

C’erano stati nei giorni scorsi degli “spoiler” online che mostravano la nuova vettura in tutta la sua bellezza. E stavolta – stranamente – non erano fake news ma scatti rubati da un set fotografico opportunamente preparato sul Lago Mondsee – in Austria, sede dello sponsor principale che ha ridenominato il team – per l’occasione prima della presentazione ufficiale.

Affidata nuovamente alle cure dei piloti Sergio Perez e Lance Stroll, la macchina presenta un muso abbastanza snellito, seguendo un po’ la moda della maggior parte dei team che hanno svelato finora le vetture 2020. Ali ovviamente ancora in configurazione tardo 2019 – anche se l’anteriore mostra una tendenza a mandare i flussi verso l’esterno (il cosiddetto “outwash”), in attesa di rivelare aggiornamenti durante il corso dei test se non addirittura a Melbourne.

Molto interessanti e sollevate le geometrie delle sospensioni anteriori, poste davvero molto in alto se si guarda alla sezione frontale della monoposto. Rivista profondamente anche tutta la zona dei turning vanes i quali flussi derivano anche da una zona piena di piccoli profili posti proprio sotto il muso della vettura. Dalle pance andando verso il posteriore, la RP20 sembra all’apparenza di forma simile ma più snellita rispetto alla sorella maggiore che l’ha preceduta.

Tirando le somme la vettura appare come una sostanziale evoluzione della RP19 in attesa del forte cambio regolamentare del prossimo anno. Vedremo se tra un paio di giorni a Barcellona anche la RP20 cambierà volto oppure no.

Francesco Svelto


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".