F1 | Ricciardo, un po’ di ottimismo aspettando (forse) la Ferrari

Il Gran Premio del Canada ha visto finalmente Daniel Ricciardo tra i protagonisti, almeno in prova. Ed anche la sua gara è stata consistente. La Renault vede progressi. La speranza è che la via sia quella giusta. E forse a fine stagione qualche svolta clamorosa.

di Giulio Scaccia

Daniel Ricciardo con la Renault in Canada ha fatto finalmente una bella prestazione in prova, con un quarto posto, migliore posizione in griglia di quest’anno, ed un sesto posto finale, miglior piazzamento della stagione.

Il pilota australiano inizia a sentire più sua la monoposto e la Renault, in un circuito che premia efficienza aerodimica e potenza, ha dimostrato di essere su una buona strada nello sviluppo sia della vettura e soprattutto della Power Unit.

Daniel Ricciardo dopo le prove ha dispensato sorrisi, anche perché è riuscito a mettersi davanti alle Red Bull. In gara poi non ha potuto resistere a Bottas e a Verstappen. Alla fine un sesto posto, che però dà morale.

Ecco le sue parole:

Ho fatto tutto ciò che potevo in pista e sono contento del risultato finale. Questo è il primo doppio traguardo nei punti per la squadra quest’anno, e sta facendo un sacco di soldi con il sesto e il settimo posto. Non possiamo chiedere molto di più. Ci sono chiaramente cose positive da ricordare. Sappiamo che le migliori squadre sono migliori in questa fase, ma è stato comunque molto divertente combattere contro Valtteri per alcuni giri. Il nostro approccio è realistico, ma la squadra deve essere fiera di questo fine settimana. Hanno la volontà e la determinazione di andare avanti ed è davvero incoraggiante.

Ricciardo spera nella Renault, ma non dimentichiamo che, in caso di esito negativo in termini di prestazioni, l’australiano si dice abbia una clausola rescissoria. Come Vettel nel suo contratto. Questa voce gira da qualche mese e visto quanto si dice di un possibile ritiro del pilota tedesco a fine stagione, la possibilità di vederlo in Rosso forse non è così remota.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...

Giulio Scaccia

Giornalista ed appassionato, seguo la Formula 1 dal 1978. Da Gilles Villeneuve a Michael Schumacher, sempre la Ferrari nel cuore.

Lascia un commento