F1 | Francia: Hamilton e Leclerc; che guida!
 

 


F1 | Francia: Hamilton e Leclerc; che guida!

IL GP di Francia è stato un dominio tutto Mercedes. Interessante il terzo posto della Ferrari di Leclerc. Il monegasco ed Hamilton hanno inflitto pesanti distacchi ai compagni di squadra, in un GP noiosetto la loro guida ha entusiasmato.

IL GP di Francia doveva essere terra di riscossa dopo le liti post Canada. La Ferrari ne esce sconfitta per l’ennesima volta a dimostrazione che la nuova ala non può far miracoli e che laddove i tracciati hanno curve veloci la SF90 non mai sarà a proprio agio a causa la sua cronica mancanza di carico aerodinamico. Magari in Austria andrà meglio ma come ha dichiarato Binotto sono due o tre gli step che serviranno a migliorare davvero la macchina. Lo sguardo va al 2020.

Il mondiale ora è chiaro. La Ferrari a sprazzi potrà puntare a qualche tappa ma la lotta al titolo ora è un’utopia utile a mantener vivo qualche abbonamento TV. Semmai la questione è un’altra : Con questo ritmo Mercedes riuscirà a conquistare il mondiale con quanti GP di anticipo? Schumacher nel 2002 lo conquistò a luglio a 6 gare dalla fine, Hamilton ?

Di interessante nel GP di Francia c’è un dato. Hamilton ha voluto stravincere, se ad inizio stagione ha visto la sua leadership vacillare con l’ottimo avvio di Bottas da Baku in poi Hamilton è stato uno schiacciasassi. Ieri tra lui e Bottas il distacco è stato importante.

Discorso simile per Leclerc. E’andato fortissimo, è una stella, presto esploderà. La sua stagione è stata sin qui positiva. E’ giovanissimo, guida una Ferrari, ha un capo squadra ingombrante. Ieri grazie alla mancanza di Vettel , lo possiamo dire , finalmente ha corso libero!

 

Un martello, complice il calo di Bottas nel finale, è persino riuscito ad insidiare la seconda posizione del finlandese. I limiti della SF90 sono evidenti ma la prestazione di Leclerc è stata entusiasmante.

 

Il Paul Ricard ha messo in evidenza il valore aggiunto che Hamilton e Leclerc hanno saputo metter nella pura guida. Quanto ad Hamilton solo tra 10- 15 anni a bocce ferme potremo capire la grandezza dei numeri ancora tutti in divenire di questo ragazzo. Quanto a Leclerc, in un fisiologico momento di ambientamento che fa alternare prestazioni ottime ad altre di “apprendistato”, il futuro è roseo, spero presto da prima guida.

Vettel partito 7° non ha mai brillato. Ha sorpassato le due McLaren e basta. Gara anonima. Oggi per lui il confronto col compagno pesa. Quanto alla SF90 un dato. All’ultimo giro Vettel strappa con gomme rosse nuove per 40 millesimi il punto del giro più veloce ad Hamilton. Gomma nuova contro gomma a fine stint; 40 millessimi. La differenza tra Mercedes e Ferrari è enorme.

 


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alessandro Francese

Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna

Lascia un commento