F1 Whiting: ad ottobre l’esito dei test cupolini

29 Agosto 2015 – Ad una settimana dal tragico incidente di Wilson (in IndyCar) la F1 continua a lavorare per trovare una soluzione che protegga la testa del pilota. I risultati saranno resi pubblici in ottobre.

 

Charlie Whiting parla di sicurezza in Formula 1 con il giornale tedesco Auto Motor und Sport.

L’incidente di Wilson ha riaperto la questione sugli abitacoli chiusi nella massima categoria, Whiting dichiara “La formula 1 sta continuando a lavorare per trovare una soluzione che aiuti a proteggere al meglio testa del pilota”.

Cockpit test - 2011- F1sport
Test Cockpit 2011

L’incidente di domenica scorsa a Pocono, per dinamica e cause, difficilmente si sarebbe verificato in Formula 1. La cosa è avvenuta su un ovale e le strutture a deformazione programmata di una F1 sono diverse da quelle di una IndyCar come ovviamente i tracciati. E’ stato il musetto staccatosi da una monoposto andata a muro a colpire sul casco del povero Wilson.  Resta il fatto che l’abitacolo aperto è un elemento comune delle due categorie per cui il delegato alla sicurezza – Whiting- dice :“ cercheremo di parlare con i nostri colleghi della IndyCar per capire se insieme possiamo imparare qualcosa da questo terribile incidente”.

Resta il fatto che in Formula 1 il livello di sicurezza è decisamente superiore rispetto alla serie americana, ma ciò non significa che non bisogni continuare a lavorare per trovare una soluzione che provi ad arginare questo fattore di rischio senza però crearne altri.

Al momento la proposta più interessante è quella presentata dalla Mercedes. La testa del pilota qui è protetta da una struttura che sovrasta la testa del pilota, retta da un piloncino centrale fissato al telaio. Da qui partiranno test e studi i cui risultati saranno annunciati ad ottobre.

“Non penso che l’incidente di Wilson cambi il nostro pensiero in termini di abitacoli chiusi. Crediamo che gli svantaggi possano superare i possibili benefici. Ad ogni modo continueremo a lavorare per trovare il modo di deviare i detriti dal cockpit. La soluzione corretta è molto difficile da trovare”

 

 


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alessandro Francese

Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna

Lascia un commento