Canada: Mercedes sottotono, Hamilton delude

Ci si aspettava di più dalla Mercedes in Canada. Il team di Brackley non è riuscito a essere incisivo nel weekend di Montreal, spalancando le porte al dominio della Ferrari di Sebastian Vettel. A stupire in negativo, oltre alla prestazione generale della W09, è stata la performance di Lewis Hamilton.

di Marco Santini

Il quattro volte campione del mondo non è mai riuscito ad essere incisivo in questo fine settimana, venendo surclassato dal compagno di squadra sia in qualifica in gara. È un campanello d’allarme importante in casa Mercedes quello relativo allo stato di forma del pilota inglese: fin dall’inizio della stagione infatti, Hamilton ha dato l’idea di non essere mai al top nel rapporto con la sua monoposto, correndo spesso con intelligenza per limitare i danni e portare a casa il maggior numero possibile di punti. Le due vittorie ottenute finora dall’alfiere Mercedes sono infatti arrivate in circostanze fortunose, come nel caso di Baku, o in condizioni particolari di netta superiorità della vettura, come a Barcellona.

Se il campione in carica non è andato oltre il quarto posto in qualifica ed il quinto in gara, a salvare la trasferta canadese delle frecce d’argento ci ha pensato infatti Valtteri Bottas: il finlandese è stato l’unico a poter impensierire il tedesco della Ferrari sul giro secco, portando a casa un importante secondo posto. Dopo una gara sottotono a Montecarlo, Bottas è tornato a mostrare l’ottimo stato di forma già manifestato a inizio stagione, dove a pesare per il finnico in classifica generale c’è lo sfortunato epilogo di Baku che lo relega a 35 punti da Vettel.

La Mercedes quest’anno non è mai sembrata la vettura da battere, tranne ai test e in Spagna, e sorge il dubbio che il lavoro svolto dai tecnici tedeschi durante l’inverno non sia stato all’altezza di quello della concorrenza: se è infatti fuor dubbio che la Ferrari abbia fatto un gran passo avanti, è altrettanto innegabile che anche il telaio Red Bull sia altamente competitivo, con la componente motoristica che funge da ultimo grande scoglio per il team austriaco. Sarà dunque fondamentale per Toto Wolff e soci indirizzare correttamente lo sviluppo per il resto della stagione, potendo comunque guardare con ottimismo a tappe come Francia e Gran Bretagna in cui in aiuto della Mercedes ci saranno le gomme Pirelli dal battistrada ridotto di 0.4mm, che già hanno fatto la differenza al Montmelò.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Marco Santini

Appassionato di Motorsport a 360 gradi. Potete sentirmi in radio a Pit Talk, leggere le mie opinioni su F1Sport.it o incontrarmi al CIV dove mi occupo della comunicazione per Team Rosso e Nero.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com