venerdì, Settembre 30, 2022

Haas, sempre più sponsor la vogliono

F1 – Gunther Steiner, ha spiegato come la Haas stia vivendo un aumento di interesse da parte di molti sponsor grazie anche alla crescita dei Gp americani in F1.

Gli Stati Uniti d’America si stanno sempre più espandendo nel mondo della F1 Il prossimo Gran premio si disputerà, infatti, all’International Circuit di Miami, il secondo tracciato statunitense ad entrare a far parte del calendario di F1 dopo quello di Austin. Circa un mese fa, inoltre, è stato annunciato per la stagione 2023 un terzo Gp  negli USA che si correrà nella città di Las Vegas.

La Haas, unica scuderia statunitense in F1, infatti, dopo aver appiedato lo sponsor Urkali (causa guerra tra Russia e Ucraina) ha recentemente rilevato un aumento dell’interesse da parte di molti sponsor, che sarebbe dovuto anche ai molteplici Gran Premi in previsione nel calendario di F1:

Sì, l’interesse da parte degli sponsor è cresciuto parecchio- ha spiegato Gunther Steiner- così come il nostro interesse nel dar vita a partnership. Ora, possiamo prenderci un po’ di tempo per esaminare e vedere come potrebbero evolvere. Sicuramente il GP di Miami e la gara a Las Vegas il prossimo anno aiuterà questo processo… Non abbiamo fretta, ma la Formula 1 è in una posizione ideale al momento.” 

“Correre in casa è sempre avvincente, ora con una seconda gara, a Miami, lo è ancora di più ed è una sede più vicina alla nostra base in North Carolina. Avere lo spettacolo a contorno della corsa è un’aggiunta straordinaria e l’abbinata delle due cose rende il tutto di maggior valore per lo sport, però l’evento principale resta sempre la gara” 

Una parte di questo interesse verso la Haas, è dovuto alle ottime prestazioni fin qui avute dal team americano che, rispetto alla stagione scorsa, ha compiuto grandi passi in avanti.

Kevin Magnussen, appena rientrato in F1 per sostituire Mazepin, in queste cinque gare ha conquistato ben 15 punti posizionandosi decimo in classifica piloti e dando prova di aver grandi capacità al volante della VF-22.

Il suo compagno di squadra Mick Schumacher, invece, non ha ancora totalizzato nessun punto in questo avvio di stagione, e sembra aver trovato grandi difficoltà con la sua monoposto.

Proprio il giovane pilota tedesco non ha nascosto il suo entusiasmo di gareggiare per la prima volta sul nuovo circuito di Miami:

Penso sia fantastico che stiamo diventando sempre più americani, in un certo senso, perché credo che i fan siano fantastici e mi diverto ogni volta che vado in America”, – ha continuato Mick Schumacher – “Sono entusiasta di correre lì sempre di più, in futuro. Non ho guidato lì in pista, quindi è difficile dire quali saranno i momenti salienti e come sarà, ma una gara americana è sempre divertente.

Valerio
Valerio
Il regista di Pit Talk

Ultimi articoli

3,652FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe