F1 | Monza: è il sogno di Ricciardo, doppietta McLaren-Mercedes

 

Stupendo GP d’Italia a Monza con la McLaren che torna al successo dopo 9 anni addirittura con una doppietta. Episodio chiave della gara il contatto che mette fuorigioco Hamilton e Verstappen, ancora ai ferri corti. Ferrari limita i danni col quarto posto ma di più non poteva fare.

 

 

 

| testi a cura di Francesco Svelto

| cronaca audio a cura di Alessandro Francese 

La Monza che non ti aspetti, protagonista di un evento di cui forse neanche il migior regista poteva scriverne la sceneggiatura.

E’ la McLaren-Mercedes a gioire, addirittura con una doppietta che non arrivava da 11 anni, dal 2010 con la coppia Button-Hamilton. Oggi tocca a Daniel Ricciardo e Lando Norris a gioire. Si, proprio Ricciardo, uno dei piloti più in crisi della stagione, risorto magicamente nel tempio della velocità grazie ad una super prestazione nella sprint-race di ieri e ad una macchina che, coadiuvata dal suo propulsore, ha saputo dettare legge. E’ un risultato enorme, storico, che sancisce il buon lavoro di un team che se l’è passata brutta davvero negli ultimi dieci anni e che col lavoro forsennato e gli uomini ai posti giusti ha saputo ritrovare la via della competitività e della vittoria. Compimenti, ci voleva. E fa bene alla F1. 

 

 

 

Cosi come fa bene alla F1 una rivalità che sta diventando storica. Quella tra Hamilton e Verstappen. Oggi è stata scritta un’altra pagina “drammatica” di questa saga, con i due arrivati di nuovo al contatto e con entrambi ritirati alla curva-1 di Monza. Il livello della sfida è diventato altissimo, atroce. Nell’episodio forse c’è un concorso di colpa. Hamilton e Verstappen arrivano alla prima variante affiancati, con Hamilton che sembra lasciare lo spazio sufficiente a Max per passare all’esterno che poi sarebbe diventato interno col cambio di direzione.

Evidentemente cosi non è stato, la Red Bull finisce con le ruote sui cordoli, perde aderenza e direzionalità, salta sui salsicciotti e finisce in maniera rocambolesca sopra (si, sopra, sull’air-scope, e se non è successo nulla un gran merito va al dispositivo halo) della Mercedes nella ghiaia esterna. Entrambi ritirati, entrambi senza proferire parola l’un l’altro. Sarà la FIA a decidere, dopo attenta valutazione dell’episodio e di tutti gli elementi che lo caratterizzano. Vi riproponiamo un video dell’incidente.

 

 



Sul resto c’è poco da dire. Ferrari quasi assente, becca un quarto posto con Leclerc e un sesto con Sainz ma non c’era veramente di più da esprimere. Anzi, quasi stoico lo sforzo dei ferraristi con un mezzo del genere che faceva fatica a resistere a qualsiasi avversario sui rettilinei della veloce Monza. Era un punto critico il circuito della Brianza, è stato effettivamente cosi. E il risultato è stato lenito dai ritiri nelle prime posizioni e dalla safety-car scaturita da questo episodio. Ma è una mazzata forte per il mondiale costruttori, con McLaren che con la doppietta prende 43 punti e Maranello solo 18. Vedremo se sapranno recuperare nelle prossime gare ma con questi mezzi a disposizione dei ferraristi, diventa davvero difficile prevederlo. 

 

Riepilogo audio della gara: 

Ascolta “Cronaca del GP d’Italia” su Spreaker.

 

Classifica del GP d’Italia 2021 

 

 


Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".