F1 | “Mercedes? Non pensavano di vedere una Red Bull così forte”

In Mercedes secondo Tredozi non si aspettavano una Red Bull così forte in questo mondiale di F1. L’ex ingegnere della Minardi intervenuto ai microfoni di Pit-Talk ha parlato di una crescita tecnica Red Bull iniziata già a fine 2020. In casa Mercedes hanno forse fatto l’errore nel sottovalutare gli uomini di Milton Keynes quest’anno?


 

La Mercedes viene da ben otto titoli mondiali (piloti & costruttori) consecutivi vinti in F1, eppure quest’anno la striscia rischia di essere interrotta dalla Red Bull. La Red Bull sta dando parecchio filo da torcere alla Mercedes, e la lotta per il mondiale proseguirà sino all’ultimo GP probabilmente. Se una volta la monoposto anglo-austriaca andava bene solo in determinate piste, in questa stagione sta dimostrando di andare bene su tutti i tracciati. D’altronde è fondamentale avere una vettura performante in ogni pista in F1 per poter ambire al titolo.

La RB16B si sta dimostrando all’altezza della W12. Anzi, in più di qualche GP la Red Bull si è dimostrata addirittura superiore alla Mercedes. Solo nell’ultimo GP a Monza (per le caratteristiche del tracciato) la Mercedes è stata più competitiva rispetto alla Red Bull.

Ma dalla prossima gara in Russia sino al termine del mondiale, sarà un bel testa a testa tra il team tedesco e la scuderia di Milton Keynes.

Sulla lotta In F1 per il mondiale è intervenuto l’ing Gabriele Tredozi. L’ex Minardi intervenuto ai microfoni di Pit-Talk, ha affermato che nel team diretto da Toto Wolff non si aspettavano una Red Bull così forte.Forse gli ingegneri di Brackley hanno sottovalutato gli sviluppi tecnici portati dagli uomini Red Bull sulla RB16B?

“Mercedes già verso il 2022? Parere mio è che la Red Bull è cresciuta, ma la capacità di sviluppare durante l’anno è molto alto. E’ una caratteristica della squadra, indipendentemente dal punto di partenza dell’anno, all’inizio loro hanno fatto sempre fatica ma hanno sempre sviluppato bene ed è un punto di forza. Ora invece è partita dalla fine 2020… In Mercedes non pensavano di vedere una Red Bull cosi forte, e  il loro piano di sviluppo forse è stato meno intenso degli avversari. O forse speravano di essere in vantaggio invece ad oggi se la giocano. I cambi di regolamento che ci si aspetta, speriamo che vengano mantenute queste promesse.”

Ora per le restanti gare del mondiale di F1 bisogna capire se qualche ulteriore piccolo sviluppo verrà portato o meno dai due team che lottano per il titolo. Tra i due forse Red Bull potrebbe portare qualche sviluppo ulteriore, con la Mercedes che potrebbe anche permettersi di arrivare seconda dopo otto anni di trionfi. Anche se Toto Wolff difficilmente non dirà ai suoi uomini di trovare qualcosa in fabbrica a Brackley. Di fare quel piccolo step che può rivelarsi fondamentale a fine mondiale. Trovare anche solo un decimo in pista può ribaltare le sorti del mondiale!

Ma al tempo stesso sia Mercedes che Red Bull sono già proiettate verso il 2022. Il nuovo regolamento tecnico che entrerà in vigore in F1 dal prossimo anno, vedrà ancora un duello Red Bull vs Mercedes? Difficile dirlo ora, ma le probabilità sono molto alte. L’unica speranza è quella di vedere altre scuderie nel contendere il titolo ai due top-team nel 2022, magari con l’inserimento di McLaren e Ferrari…

Alberto Murador


Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".