F1 | Satoru Nakajima il divo giapponese

A completamento dell’interessante racconto di Alessandro Francese su Case e piloti giapponesi, https://www.f1sport.it/2020/12/f1-e-giappone-grandi-le-case-meno-i-piloti/ mi sembra giusto completare l’elenco di piloti che hanno trovato spazio in Formula 1 con il nome di Satoru Nakajima che fu il primo pilota del Sol Levante a cimentarsi nella massima Formula dell’automobilismo agonistico.

Il Nakajima Satoru si affacciò alla grande ribalta nel 1987 all’età di 34 anni e disputò ben 74 Gran Premi guidando per 2 anni la Lotus motorizzata Honda, per 1 anno la Lotus motorizzata Judd, per poi passare alla Tyrrel nel 1990 ( motore Ford ) e 1991 ( motore Honda ).

Nei 5 anni  di presenza in Formula 1 ottenne 2 volte il 4° posto, 5 volte il 5° posto e 6 volte il 6° posto per un totale di 16 punti, e con l’11° posto come miglior risultato nel mondiale del 1987, la sua prima annata.

La presenza nel Campionato dal 1987 è importante perché Satoru Nakajima fu il primo pilota giapponese in F1 e divenne l’emblema del suo Paese in questo ciclo iridato.

Me ne accorsi quando mi ritrovai a Suzuka e la gente delirava per lui. I gadget con il suo volto andavano a ruba e l’entusiasmo che lo circondava era alle stelle.

C’è un curioso episodio che a Suzuka mi fece notare Mario Miakawua (che gli appassionati conoscono bene). Un bimbo che assisteva con il padre al Gran Premio quando vide spuntare dal box il pilota Nakajima disse con gioia: “Guarda, è uguale a quello della Televisione!”

A riprova che  la realtà era capovolta: il Nakajima televisivo era il divo, e quello in pista ne era la copia (sic ! ).

Interessante è osservare che guidò la Lotus nel 1987 al fianco di Ayrton Senna, e nel 1988 e 1989 al fianco di Nelson Piquet. Mentre con la Tyrrel ebbe come compagni di squadra Alesi nel 1990 e Modena nel 1991. Infine Satoru non esce molto bene dall’analisi degli incidenti avuti in questa sua carriera: ben 20.

Ma in Giappone è rimasto un simbolo.


Renato Ronco

giornalista, specializzato in motoring sportivo e commerciale dal 1963

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: