F1 | Da Albon a Hulkenberg, ecco il gruppo degli esclusi

Kvyat, Albon, Hulkenberg e non solo: ecco chi sono i piloti esclusi dalla F1 per la stagione 2021. La scelta del tedesco, secondo Helmut Marko, “non avrebbe funzionato”.

Oltre ai piloti presentati tramite i comunicati ufficiali delle varie scuderie, c’è anche chi purtroppo rimarrà fuori dalle piste di F1 il prossimo anno. I primi in assoluto sono stati Kevin Magnussen e Romain Grosjean, rimpiazzati da una line-up più giovane di cui fa parte il giovane Mick Schumacher.

Daniil Kvyat ha lasciato AlphaTauri cedendo il proprio posto al rookie Yuki Tsunoda. Nulla da fare per il russo classe 1994 che non ha ricevuto alcun rinnovo da parte della scuderia di Faenza, non molto contenta dei risultati da lui ottenuti nel corso della stagione.

La stessa sorte è toccata ad Alexander Albon e Nico Hulkenberg, con la differenza che il thailandese è rimasto comunque in casa Red Bull ricoprendo il ruolo di collaudatore e terzo pilota. Inoltre, l’ex compagno di Max Verstappen ha solo 24 anni e di certo ha ancora del tempo davanti a sé per dimostrare il proprio valore.

Il pilota ex Renault, invece, è stato tagliato fuori dal Circus. Una notizia un po’ amara per tutti gli appassionati che speravano di vedere nuovamente Nico Hulkenberg su una monoposto di F1. Il tedesco ha comunque preso parte a tre gare nel corso della stagione 2020 sostituendo prima Sergio Perez e poi Lance Stroll, entrambi finiti in quarantena dopo aver contratto il Covid-19.

Come già dichiarato da Red Bull nelle scorse settimane, la scelta è ricaduta sul messicano ex Racing Point. In occasione di un’intervista rilasciata alla stampa tedesca, Helmut Marko ha spiegato il motivo per cui la scuderia austriaca abbia preferito Perez a Hulkenberg.

L’ho chiamato (Hulkenberg, n.d.r.) dieci minuti prima e gli ho detto che purtroppo non avrebbe funzionato. Le tre gare che ha guidato con Racing Point probabilmente non possono essere attendibili, perché era più impegnato ad adattarsi alla macchina che a raccogliere dati. Perez ha guidato il motore Mercedes per molte stagioni e ne conosce la guidabilità, la reattività e tutte queste cose.

Secondo quanto detto da Marko, la Red Bull ha scelto sulla base della continuità. E forse, anche sulla conoscenza del motore Mercedes da parte del messicano: il diretto avversario da battere per poter mettere le mani sul titolo.


Maria Iuliano

Classe 1996, capelli rossi come la Rossa, poliglotta e amante della Formula 1. Cresciuta con il mito di Schumacher, cerco di trasmettere la mia passione con le parole. "Ho sempre creduto che non ci si debba mai, mai arrendere, e continuare a lottare anche quando c'è una piccola, piccolissima chance". - Michael Schumacher