F1 | GP Portogallo, post qualifiche: Leclerc soddisfatto, Vettel no.

Charles Leclerc Sebastian Vettel
P 4 1’17″090 P 15 1’17″919
Meteo: sereno. Temperature: aria 21°; asfalto 29°

 

Al termine di una qualifica serratissima Charles Leclerc si è guadagnato il diritto di scattare dalla quarta posizione nel Gran Premio del Portogallo che prenderà il via domani alle 13.10 locali (14.10 CET) all’Autòdromo Internacional do Algarve. Il monegasco ha dunque eguagliato per la terza volta il suo miglior piazzamento in griglia di questa stagione, dopo il GP dell’Eifel e quello di Gran Bretagna e avrà inoltre la possibilità di partire con le gomme di mescola Medium che sembrano le più adatte in configurazione gara. Meno bene è andata a Sebastian Vettel che non è andato oltre il 15° posto, rimanendo escluso in Q2.

Traffico. La giornata si è aperta con una situazione inusuale ma piacevole per la nuova normalità nella quale si gareggia in questa stagione così particolare: le vetture degli spettatori in fila per accedere al circuito. Sugli spalti questo weekend sono previsti infatti 27.000 fan ogni giorno, molti dei quali oggi indossavano i colori della Scuderia Ferrari.

Q2. Dopo aver superato il primo taglio senza problemi con il sesto (Leclerc) e l’ottavo tempo (Vettel), le due SF1000 sono scese in pista nella seconda parte della qualifica con gomme Medium per poter prendere il via della corsa con quella mescola: Charles ha piazzato subito un buonissimo 1’17”367, mentre Seb non è andato oltre un meno brillante 1’18”116. I piloti sono quindi rientrati ai box per montare un set di gomme nuove ed entrambi hanno optato nuovamente per le Medium. A quel punto, tuttavia, le condizioni del tracciato, soprattutto a causa del vento, erano cambiate e così solo in pochi sono stati capaci di migliorarsi: tra questi Seb che è sceso a 1’17”976, un crono che non è tuttavia stato sufficiente per accedere alla fase finale e lo ha relegato al 15° posto. Leclerc è invece passato come ottavo centrando l’obiettivo di potersi schierare con le Medium.

Q3. Nei dodici minuti finali Charles ha effettuato due tentativi con gomma Soft ottenendo nel primo il tempo di 1’17”456. Nei minuti finali, dopo che Alex Albon (Red Bull) e Sergio Perez (Racing Point) erano riusciti a fare meglio di lui, il monegasco è tornato in pista e si è superato scendendo a un ottimo 1’17”090 che gli è valso la quarta posizione, a meno di due decimi dal terzo tempo di Max Verstappen (Red Bull) e a poco più di quattro dalla pole position di Lewis Hamilton (Mercedes).

 

Charles Leclerc #16
quote

“Sono molto soddisfatto del mio giro, credo che oggi siamo riusciti a tirare fuori il massimo della prestazione dalla monoposto. Devo fare i complimenti a tutta la squadra per il gran lavoro che è stato fatto tanto a Maranello che qui in pista. Anche gli ultimi aggiornamenti che sono stati portati hanno aggiunto performance alla nostra vettura e credo che nelle ultime qualifiche si sia visto che abbiamo imboccato la direzione giusta.Già ieri avevo ottime sensazioni per la giornata del sabato, mentre per la gara ci sono ancora diversi aspetti che dobbiamo verificare. Sono però molto contento di essere riuscito a qualificarmi con la mescola Medium nel Q2 perché sono convinto che sia la gomma ideale per iniziare la gara.In Germania abbiamo sofferto con le temperature basse e le Soft, mentre qui non dovrebbe fare così freddo e abbiamo le Medium. Mi servirà una buona partenza: se riuscirò ad azzeccarla ce la possiamo giocare per posizioni interessanti”.

quote
Sebastian Vettel #5
quote

“Non posso essere soddisfatto di questa giornata perché ho faticato molto a mettere insieme dei giri senza problemi. È stato molto difficile far lavorare bene le gomme e avere un buon ritmo. Nelle prove libere ero a mio agio con la mescola Medium ma in qualifica non ho trovato la stessa confidenza, probabilmente perché non siamo stati capaci di mettere le giusta temperatura nelle gomme.Partire indietro qui è tutt’altro che ideale perché credo che il traffico potrà rappresentare un problema non indifferente. Non sarà tuttavia una situazione troppo dissimile da quella vissuta in alcune delle ultime gare. Sfortunatamente non è possibile cambiare nulla nella vettura e dovremo cercare di fare del nostro meglio rimontando dal fondo”.

quote
Laurent Mekies Direttore Sportivo
quote Una buona qualifica quella di oggi pomeriggio, in cui con Charles abbiamo ripetuto il piazzamento di due settimane fa, pur su un circuito e in condizioni climatiche molto differenti. Avevamo portato qui ulteriori aggiornamenti sulla SF1000 che hanno dato – per quello che abbiamo visto finora – qualcosa in più in termini di prestazione: niente di trascendentale, ne siamo perfettamente consapevoli, ma abbastanza per rimetterci nel pieno della lotta in quel gruppone alle spalle dei primi tre piloti in cui le differenze sono molto piccole. È importante comunque che gli sviluppi ci confermino che stiamo andando nella direzione giusta. Vale per la parte finale di questa stagione ma, soprattutto, per la prossima.
La squadra ha lavorato bene, cercando di mettere i piloti nelle migliori condizioni possibili su una pista difficile e senza punti di riferimento come questa. Domani ci aspetta una gara piena di punti interrogativi, sia perché su questo tracciato non si è mai corso un Gran Premio sia perché le previsioni meteorologiche sono molto incerte. Considerate le nostre difficoltà con le mescole più soffici, abbiamo provato a passare il taglio di Q2 con le Medium in prospettiva della gara. Charles ha trovato subito la giusta confidenza nel primo run ed è riuscito a centrare l’obiettivo e domani avrà così un’importante carta da giocarsi dal punto di vista della strategia.  Sebastian era molto al limite dopo il primo tentativo e in queste situazioni diventa fondamentale il feeling del pilota: è per questo che ha preferito restare sulle Medium anche per il secondo ma non è riuscito a migliorarsi abbastanza da passare il turno e dovrà così partire dall’ottava fila.