F1 | Silverstone: Mercedes, problemi di gomme e sconfitta

Mercedes in difficoltà nel secondo appuntamento di F1 a Silverstone. Gestione gomme difficile per Lewis Hamilton che effettua un doppio pit-stop per blistering e usura. Bottas domina in casa fino al “via libera” da parte del team.

Torna la Formula 1 con il Gran Premio del 70 Anniversario che si conclude con il trionfo di Max Verstappen. Il #33 della Red Bull lascia indietro le due Frecce Nere che hanno dominato in maniera incontrastata nelle giornate di venerdì e sabato.

Una Mercedes che in questo weekend ha fatto parlare molto di se: dal rinnovo di Bottas che legherà il finlandese alla scuderia tedesca anche nel 2021 (accanto a Hamilton, n.d.r.), al caso Copygate che vede coinvolta la Racing Point. Una monoposto che sembra essere la copia esatta della W10 dello scorso anno, tanto da essersi guadagnata l’appellativo di Mercedes rosa.

Non una gara brillante al 100% per Bottas e Hamilton. Il pilota britannico ha riscontrato parecchie difficoltà nella gestione delle gomme, su cui già da subito si è verificato blistering e conseguente usura. Un problema non da poco, visti i precedenti della scorsa gara, che lo ha costretto ad effettuare una doppia sosta ai box (giro 14 e 42, n.d.r.) per montare la gomma bianca.

https://twitter.com/f1/status/1292465430351826944?s=21

Il sei volte campione del mondo ha discusso a lungo con il suo ingegnere nel team radio, preoccupato per la tenuta delle gomme e per la vettura. Infatti, Lewis inizialmente ha richiesto anche la modifica dell’ala anteriore della sua monoposto, qualora avesse dovuto effettuare il secondo pit-stop.

Valtteri Bottas (partito dalla pole, n.d.r.) ha cercato di tenere testa all’olandese a bordo della RB16, ma senza riuscire a strappargli la prima posizione. Il #77 ha dominato la gara in casa Mercedes… fino a quando dal muretto non arriva la comunicazione di poter gareggiare liberamente tra di loro. Con la raccomandazione di far attenzione alle macchine.

https://twitter.com/f1/status/1292467733292957698?s=21

Così Hamilton, fresco di gomma nuova, spinge fino in fondo e sorpassa il compagno di squadra nel finale, concludendo la gara in seconda posizione.

Seppur con gran fatica, le due Frecce Nere riescono a portare a casa punti fondamentali per la classifica del mondiale costruttori in Formula 1. Hamilton resta a meno quattro vittorie da Michael Schumacher. Il suo sorpasso sul Kaiser tarda ad arrivare.


Maria Iuliano

Classe 1996, capelli rossi come la Rossa, poliglotta e amante della Formula 1. Cresciuta con il mito di Schumacher, cerco di trasmettere la mia passione con le parole. "Ho sempre creduto che non ci si debba mai, mai arrendere, e continuare a lottare anche quando c'è una piccola, piccolissima chance". - Michael Schumacher