F1 | Silverstone: Alfa Romeo davanti alle Williams

A Silverstone, l’Alfa Romeo in qualche modo limita i danni, con entrambe le monoposto che giungono davanti alle Williams. Raikkonen si è classificato quindicesimo, mentre Giovinazzi non è andato oltre il diciassettesimo posto. Se non altro il team italo-svizzero non è giunto ultimo al traguardo.

A Silverstone il team Alfa Romeo raccoglie il massimo possibile verrebbe da dire. Ebbene si, al momento la scuderia italo-svizzera non può di certo lottare per la zona punti, ma almeno nel GP del 70° anniversario dalla nascita della F1 il team Alfa Romeo non ha chiuso il gruppo come successo nel primo round inglese. Magra consolazione che di certo non può far dormire sonni tranquilli al team manager Vasseur ed al resto della squadra, sia chiaro.

Se non altro a distanza di una settimana, il team Alfa Romeo F1 è riuscita a mettersi alle spalle entrambe le Williams. Almeno quello! Kimi Raikkonen è giunto quindicesimo al traguardo, grazie anche ad una strategia di un solo pi-stop. Antonio Giovinazzi invece è giunto diciassettesimo, alle spalle della Haas di Grosjean, ma davanti alle Williams di Russell e Latifi.

Nel GP dei 70 anni della F1 era impossibile poter far meglio per il team italo-svizzero, dato la (consueta ormai) scarsa competitività della C39. Forse un ingresso della safety car o della VSC avrebbe permesso all’Alfa Romeo Racing di poter puntare più in alto in classifica.

 

 

 

Tutto sommato c’è un lato positivo in casa Alfa Romeo, a differenza delle qualifiche in gara la vettura si è dimostrata più competitiva, giocandosela con Haas e Williams. Ma di certo questo non può bastare ad una scuderia che puntava con costanza alla zona punti in questa stagione. Raikkonen ai microfoni della stampa ha affermato che tutto sommato il ritmo gara non era poi così male, facendo tutto il possibile per recuperare più posizioni possibili. Il finlandese ha sottolineato il fatto di come serva essere più performanti nella giornata del sabato, in modo tale da avere qualche speranza di poter lottare per i punti.

 

 

 

Giovinazzi invece ha parlato di una giornata difficile, nonostante la strategia differenziata rispetto a Kimi per cercare di raggiungere la zona punti. Come detto dal finlandese, anche l’italiano ha affermato che il ritmo gara è migliore di quanto si vede normalmente il sabato nel corso delle qualifiche. Poi il pugliese ha detto che bisogna continuare a lavorare, guardando con fiducia ai prossimi appuntamenti. Non potrebbe essere altrimenti. D’altronde è fondamentale che un pilota abbia la fiducia di poter far bene, nonchè di dare piena fiducia al proprio team. Soprattutto in un momento così difficile come quello che sta vivendo attualmente il team Alfa Romeo.

Alberto Murador

 


Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".