F1 | Ralf Schumacher: “Vettel ha commesso un altro errore”

Sono in tanti coloro che si esprimono sul caso Vettel-Ferrari: prima Nico Rosberg che si schiera dalla parte del quattro volte campione del mondo, ora Ralf Schumacher che, invece, spezza una lancia a favore della scelta del team. Ma non mancano le critiche alla scuderia sul trattamento riservato a Vettel.

La Ferrari sta vivendo un momento piuttosto delicato tra il fallimento ingegneristico della SF1000 e la crisi con Sebastian Vettel. Il #5 della Rossa non sta chiudendo al meglio la sua esperienza a Maranello. Lo testimoniano le dichiarazioni-sfogo rilasciate alla stampa tedesca alla fine dell’ultimo Gran Premio a Silverstone.

Lo stesso Vettel sta alimentando la certezza secondo cui si ritroverebbe ai margini della squadra (forse intenzionalmente, forse no… è tutto da vedere). Esita a rispondere alle domande in cui si tratta della possibile disparità di trattamento tra lui e Charles (Leclerc, n.d.r.), o quando si lamenta della sua strategia “senza senso” per spianare la strada (o la pista, in questo caso) al compagno di squadra.

Dopo Nico Rosberg, che ha preso le parti del suo connazionale, sulla vicenda si è espresso anche l’ex pilota di F1, Ralf Schumacher. Il fratello del sette volte campione del mondo questa volta spezza una lancia a favore della Ferrari: “Capisco che Sebastian fosse insoddisfatto della strategia scelta, dal momento che era svantaggiato. Il problema è che, ovviamente, ha commesso un altro errore. In realtà ha concluso la sua gara alla prima curva”. Prosegue poi: “Penso che se ora si sedesse a casa e guardasse cosa è successo esattamente lì, allora sarà d’accordo con la decisione della squadra. Io, come capo del team, avrei agito così perché quella di Charles è stata l’auto più veloce per tutto il weekend. E il risultato finale mostra che non avresti dovuto scendere a compromessi “.

 

L’opinionista tedesco si esprime anche sul rapporto, ormai incrinato, tra Seb e la scuderia di Maranello. Questa volta con parole di accusa nei confronti della gestione della Rossa. A quanto dice, Vettel non si merita un trattamento come quello che sta ricevendo.

Ciò che si sente di consigliare al ferrarista è di stenderci un velo sopra e di trarre il meglio dalla situazione in cui è coinvolto. Una guerriglia (come quella a cui abbiamo assistito a Silverstone, n.d.r.) non è di aiuto a nessuna delle due parti. Non fa bene a lui e tantomeno al team.

Posso solo sperare che ora ci siano risultati migliori, anche da parte di Sebastian. Lui e il team hanno ora raggiunto un punto in cui è semplicemente difficile e dove penso che anche lui si accorga che Charles sta ottenendo sempre più vento a favore. Ora arrivano i primi dubbi: ‘Ho avuto lo stesso pacchetto o no?’ A questo punto ovviamente non sarà più facile”.

Nel prossimo Gran Premio di F1 che si disputerà in Spagna (Barcellona, n.d.r.) non ci sarà vita facile per il Cavallino Rampante. Il tracciato presenta molte curve veloci e proprio come a Silverstone sono previste temperature elevate. Secondo il parere di Schumacher per la Ferrari sarà un altro weekend disastroso.

Visti i precedenti, la scuderia italiana dovrà molto probabilmente aggrapparsi ancora una volta a Charles Leclerc. Il monegasco attualmente, nonostante la macchina, sembra essere il più competitivo e il più lucido dei due. Lo dimostrano gli ultimi due risultati ottenuti nelle due gare in Gran Bretagna.

Un epilogo frastornato e tutt’altro che felice quello tra Sebastian Vettel e la Ferrari. Il sogno del pilota della #5 di vincere e fare bene come il suo idolo Michael Schumacher va in frantumi. Così come le aspettative dei tifosi ferraristi che speravano di rivedere un nuovo campione tedesco trionfare con la Rossa. Proprio come qualche anno fa.


Maria Iuliano

Classe 1996, capelli rossi come la Rossa, poliglotta e amante della Formula 1. Cresciuta con il mito di Schumacher, cerco di trasmettere la mia passione con le parole. "Ho sempre creduto che non ci si debba mai, mai arrendere, e continuare a lottare anche quando c'è una piccola, piccolissima chance". - Michael Schumacher