F1 | Test Barcellona : Mercedes illegale? No è geniale.

Mercedes spiazza tutti con l’introduzione del dispositivo DAS. Attraverso un movimento dello sterzo il pilota riesce a variare la convergenza delle gomme. Non è un fattore areodinamico. Il regolamento non è infranto.

Doveva essere la solo la prima sessione di test invernali invece è già polemica. Mercedes spiazza tutti con l’introduzione di un dispositivo capace di variare la convergenza delle gomme anteriori migliorando la percorrenza di curva ( e non solo).

Su una monoposto già fortissima questo ritrovato rischia di dare una spallata al mondiale prima ancora che inizi. I team rivali si interrogano, è legale? Sicuramente non infrange espressamente nessun punto del regolamento benché proprio in una sua zona grigia trovi la propria legalità.

 

Il DAS, Dual Axis SteeringSterzo a doppio asse -, consiste in un volante che è mosso dal pilota in profondità prima di arrivare in curva. Il beneficio è quello di attivare un sistema che varia la convergenza delle gomme anteriori migliorando di molto la percorrenza in curva.

James Allison ovviamente non ha spiegato né intende farlo come funzione e quali benefici dà. Si tratta di qualcosa di cui la federazione era al corrente, la monoposto a superato i crash test, e che Mercedes ha iniziato a sviluppare parecchio tempo fa.

Secondo gli addetti ai lavori copiare un sistema del genere può impiegare sei mesi di lavoro. Questo quantifica il vantaggio tecnico di Mercedes. Il DAS non solo può servire in curva ma anche in rettifilo. Anzi forse proprio in rettifilo. Questa soluzione permette sul dritto di avere le gomme perfettamente allineate all’asfalto. L’impronta a terra è totale. La resistenza generata dalla convergenza sparisce.

Possono essere scaldate in modo più uniforme e meno rovinate dall’attrito generato dall’angolo di convergenza. Ciò fa si che mentre gli altri adoperano valori di compromesso per avere una vettura che si adatta alle condizioni di rettifilo e curva, Mercedes può contare su una monoposto che variando la convergenza si adatta in modo perfetto alla condizione di curva o rettifilo. Un vantaggio enorme.

 

Il dispositivo, essendo sì attivato dal pilota, ma senza nessuna funzione aerodinamica di rilievo no può essere definito illegale.

E’ una trovata sensazionale. Soprattutto in una Formula1 plafonata in cui le aree dove è possibile inventare qualcosa sono minime. Mercedes si dimostra innovativa e futurista nonostante il proprio strapotere che dura da anni. Per i tifosi avversari una mazzata, per gli appassionati della F1 un motivo d’entusiasmo.

Se un tempo era Ferrari a fare scuola oggi non è più cosi. I tempi in cui le novità arrivavano da Maranello forse sono finiti -per ora-. Una su tutte? L’introduzione del cambio al volante con Barnard. Storia che fu. Definire quanto il DAS sposti in avanti la resa delle frecce d’argento è difficile ora. Certamente si tratta a mio giudizio di un’ innovazione in grado di allungare la vita della gomma a beneficio della resa di tutta la vettura.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alessandro Francese

Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna