F1 | DAS Mercedes, secondo Helmut Marko è illegale

Il DAS della Mercedes è illegale secondo Helmut Marko. L’austriaco della Red Bull è convinto che il dispositivo presente nella W11 non sia conforme al regolamento tecnico-sportivo che vige al momento in F1. Red Bull e Ferrari stringeranno un’alleanza contro il dispositivo della casa tedesca?

Chi si aspettava una prima settimana di test invernali relativamente tranquilla è rimasto deluso. Ieri nella seconda giornata di prove al Montmelò la Mercedes ha letteralmente “scioccato” il paddock della F1 con la soluzione tecnica introdotta dalla casa tedesca nella W11, ovvero il DAS ( Dual Axis Steering).

Il cosiddetto “volante mobile” ha fatto notizia ovviamente al Montmelò, con i numerosi vantaggi che darebbe tale marchingegno alla monoposto tedesca. Sia sul dritto, sia in percorrenza delle curve.

Prima James Allison, poi la FIA, hanno comunicato che il sistema della Mercedes è perfettamente legale.

Anche se la Federazione stessa ha affermato che terrà monitorata la situazione. Potrebbe essere ritenuta pericolosa per la sicurezza dei piloti stando ad indiscrezioni, chissà.

E gli avversari in merito (Ferrari e Red Bull in primis) cosa dicono a riguardo? La Ferrari per il momento sembra non sbilanciarsi più di tanto, anche se indiscrezioni provenienti dal paddock parlano di alcuni uomini che sarebbero già pronti a chiedere un chiarimento alla FIA. In casa Red Bull invece Chris Horner sembra essere abbastanza diplomatico al momento, affermando che il DAS non sarebbe stato provato dalla Mercedes qualora non fosse stato ritenuto legale.

Chi invece alla Red Bull non è convinto nella legalità del DAS della Mercedes è il braccio destro di Mateschitz Helmut Marko. L’austriaco intervistato da AutoBild ha parlato di come diversi parametri della monoposto cambierebbero, andando a creare un effetto “sospensioni attive”:

Se tu modifichi attivamente la convergenza delle ruote mentre guidi, cambia anche la superficie di contatto della gomma sull’asfalto. Ma non solo, perché si modifica anche, sebbene in maniera limitata, l’altezza da terra. E questo è proibito, perché il sistema così corrisponderebbe ad un’operazione simile a quella delle sospensioni attive, non permesse dal regolamento. “

Insomma Marko è andato giù pesante con le sue dichiarazioni, ma questa volta non nei confronti della power-unit Ferrari, bensì contro il “volante mobile” della Mercedes. Sarà curioso vedere se Red Bull e Ferrari stringeranno una sorta di alleanza contro la soluzione portata dalla Mercedes sulla W11. I due principali competitor della casa di Stoccarda chiederanno chiarimenti alla FIA? Lo si scoprirà nei prossimi giorni probabilmente.

La sensazione è che da qui a Melbourne ci sarà più interesse riguardo alla vicenda sulla legalità del DAS, piuttosto che su quanto si vedrà in pista nei test.

La battaglia in pista deve ancora iniziare, ma al di fuori della pista sembra essere inziata una battaglia molto più importante di una vittoria di un GP.

A prescindere da come andrà a finire la vicenda, bisogna dare ancora una volta il merito alla Mercedes, capace ancora una volta di alzare l’asticella.

Per concludere, il sottoscritto lancia una piccola provocazione. Se al posto della Mercedes fosse stata la Ferrari ad introdurre una soluzione tecnica del genere, sarebbe stata ritenuta legale ugualmente o no?

Alberto Murador


Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".