F1 | Silverstone: Ricciardo regala spettacolo con la Renault
 

 


F1 | Silverstone: Ricciardo regala spettacolo con la Renault

Daniel Ricciardo è certamente tra gli MVP del GP di Inghilterra. Il pilota australiano conquista una buona settima posizione, regalando spettacolo nel finale in un duello con la McLaren di Carlos Sainz. L’altra Renault di Hulkenberg è giunta decima al traguardo.

Daniel Ricciardo è un pilota che sa sempre regalare gran spettacolo in pista. Anche ieri durante il GP di Gran Bretagna sul circuito di Silverstone, l’australiano ha fatto vedere di che pasta è fatto. Soprattutto dopo il restart della corsa nel corso del 24° giro, neutralizzata dall’ingresso della safety car per permettere ai commissari di rimuovere la monoposto di Giovinazzi. Il pilota della Renault alla ripartenza si è sbarazzato pochi giri più tardi della Toro Rosso di Albon, per poi puntare la McLaren di Lando Norris.

L’australiano una volta liberatosi di Norris, con l’inglese che è rientrato ai box per effettuare la sua sosta, è andato alla caccia dell’altra McLaren di Sainz. Però lo spagnolo è stato bravo nel resistere ai continui attacchi del pilota australiano sino al traguardo.

Ricciardo si è dovuto accontentare della settima posizione, la stessa della griglia. Anche se quello che conta non è tanto la settima posizione conquistata nel GP, bensì i progressi mostrati dalla Renault nel corso del GP inglese.

Il duello per il quarto posto con la McLaren sta diventando sempre più interessante, con la casa francese che può certamente contare sul gran talento dell’ex Red Bull. Anche se vedere Daniel lottare per le posizioni non di vertice è dura da digerire. Perché l’australiano meriterebbe decisamente una monoposto più competitiva, e la Renault deve dargliela. La casa transalpina non può accontentarsi di lottare per i punti, ma deve fare molto di più. Anche a Silverstone si è vista la tenacia di un pilota che non ha perso di certo lo smalto dei giorni migliori, solo che con una Renault Ricciardo più di tanto non può esprimere il suo gran talento.

La speranza per Ricciardo è quella che il team con sede ad Enstone riesca a fare un grosso passo avanti con le performance. L’altra speranza per Ricciardo potrebbe essere quella di una chiamata da parte di un top-team (Ferrari?). Tra le due chissà quale potrà essere la più probabile.

Poi altra nota positiva per l’ex Red Bull, è il confronto con il team-mate Hulkenberg. Il tedesco non è andato oltre la decima posizione ieri, dimostrando che avere un compagno di squadra come Ricciardo non è affatto semplice. Ed Hulkenberg non è di certo un fermo.

A gara conclusa sentite cos’ha detto Ricciardo ai microfoni di Sky: 

” Sono contento del risultato. L’obiettivo era partire meglio delle Alfa e mantenere la posizione, gestendo le gomme. Alla fine ero frustrato. Avevo il passo ma Carlos era veloce. Ci sono arrivato vicino, ma mai abbastanza. Le volte che gli sono stato più addosso era in curva 6 e 15 ma lì è difficile. All’inizio ho battagliato con Lando, ma poi la safety car ha rovinato la gara di entrambi. Fare sesto sarebbe stato bello, ma per dove eravamo qualche settimana fa fare settimo e decimo non è un brutto risultato per la squadra. “

Insomma dalle dichiarazioni di Daniel traspare una sorta di ottimismo, anche se egli sa che raccogliere più di così è praticamente impossibile. Ma l’australiano piace ai tifosi, per la sua lealtà, sincerità, e per la sua enorme tenacia. Per il fatto che è uno che non molla mai, nemmeno nei momenti più difficili in passato. Forza Daniel.

Alberto Murador


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".

Lascia un commento