F1 | Craig Scarborough: “Ferrari, il 2022 sarà altro anno di delusione!”

Craig Scarborough, volto noto del mondo del motorsport d’oltremanica e grandissimo esperto di tecnica, ha analizzato il momento attuale Ferrari buttando anche un occhio volto al 2022. Per Craig, la prossima, sarà una stagione probabilmente ancora deludente.

 

 

Il giornalista Inglese Craig Scarborough, specializzato in tecnica, è stato ospite della puntata 160 di Pit Talk. Per la prima volta, soprattutto parlando di Ferrari, possiamo contare su un punto di vista diverso, internazionale e indipendente di analisi sui fatti visti in pista

La domanda che ci sia fa dopo la delusione del GP del Portogallo è una: Cosa manca alla Ferrari per lottare con Mercedes e Red Bull?

 

“Alla Ferrari manca qualcosa in ogni area, deve migliorare in tutto. Prestazioni in pista, downforce, potenza. Manca un po’ in tutto rispetto Mercedes e Red Bull”

Durante l’inverno in Italia si diceva che la Ferrari poteva aver recuperato 50-60 Cv, ma quanti gliene mancano veramente rispetto alla concorrenza?

“A Ferrari potrebbero mancare ancora 20 Cavalli, non ha recuperato tantissimo, del lavoro è stato fatto” ma non è il recupero che in Italia si diceva nei mesi scorsi.

Il GP del Portogallo ha mostrato le debolezza della rossa. Sì il motore ha qualcosa in più e nelle qualifiche Leclerc riesce a sfruttarlo. Col caldo la macchina soffre. Mancando di carico non fa lavorare bene la gomma che va in crisi creando un grosso calo di prestazione. La sensazione è che addirittura anziché cercare carico si cerchi di scaricare la macchina. La strada è ancora lunga.

Ma la Ferrari ha i tecnici in grado di ribaltare la situazione già dal prossimo anno? Considerando le forze della Ferrari il 2022 potrà essere l’anno buono per tornare a vincere?

“Secondo il mio parere il 2022 non sarà l’anno di rinascita per la Ferrari, sarà un altro anno di delusione. La Ferrari guardano alla sua storia non ha mai retto molto bene il cambio di regolamento, basti guardare gli anni dal 2009 al 2017. Rispetto agli altri team la Ferrari è molto svantaggiata sotto tanti punti di vista tra cui l’aerodinamica. Inseguirà le altre vetture anche il prossimo anno.”

Insomma il punto di vista di Craig Scarborough è quello che in Italia per ovvi motivi spesso si tende ad edulcorare. La Ferrari di questi anni non è al livello della concorrenza i tutti i settori. Aggiungerei oltre che per la macchina per la mancanza di una figura guida solida e certa che nel dopo Marchionne è venuta a mancare.

Erano anni, non dimentichiamolo, in cui si lottava per il titolo. Poi l’era Camilleri è stata un era in cui i conti hanno prevalso sulla passionalità della pista, ora il legame tra proprietà e dna Ferrari fatico a vederlo. Vedremo.


Alessandro Francese

Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: