F1 | Stiria: Alfa Romeo, poco competitiva e fuori dai punti

Gp della Stiria senza punti per l’Alfa Romeo Racing. Raikkonen è giunto undicesimo al traguardo, mentre Giovinazzi non è andato oltre il quattordicesimo posto. La monoposto ha dimostrato di non essere all’altezza dei diretti concorrenti. Tra sette giorni in Ungheria l’Alfa saprà rialzare la testa?

Un GP della Stiria incolore per il team Alfa Romeo Racing. A distanza di soli sette giorni l’Alfa è tornata con i piedi per terra dopo aver conquistato due punti nella prima gara con Giovinazzi. In un GP senza particolari colpi di scena, sono emerse tutte le difficoltà tecniche della C39, impedendo ad entrambi i piloti di raggiungere la zona punti. Kimi Raikkonen in realtà ci è andato molto vicino, giungendo undicesimo al traguardo a pochi secondi dalla AlphaTauri di Kvyat (decimo).

Il nostro Antonio invece non è riuscito a far meglio della quattordicesima piazza.

In realtà tutto il weekend è andato storto per il pilota pugliese, con il botto di sabato nel corso delle qualifiche che lo ha estromesso dalla lotta per accedere al Q2, poi la sostituzione del cambio con conseguente partenza dall’ultima fila.

In gara le cose non sono andate meglio per Giovinazzi, costretto nel finale di GP nel cedere al team-mate Raikkonen ed alle due Haas di Magnussen e Grosjean.

Invece Raikkonen tutto sommato s’è detto abbastanza contento del ritmo gara tenuto, anche se nel corso del primo giro ha perso molto tempo e posizioni per evitare di rimanere coinvolto nello scontro tra i due ferraristi. Inoltre negli ultimi venti giri “Iceman” ha dovuto fare “fuel saving”, senza così poter spingere al massimo. Tra una cosa e l’altra il finlandese s’è visto estromesso dalla zona punti nel finale del GP, altrimenti la posizione con Kvyat se la sarebbe potuta giocare.

Ora tra sette giorni il team Alfa Romeo Racing avrà modo di rifarsi all’Hungaroring. Anche se la C39 è una monoposto che ha dimostrato sin qui di avere poco carico aerodinamico. Ed in una pista tortuosa come quella di Budapest aver tanto carico è fondamentale per poter andar forte con una F1.

Ciò nonostante il team Alfa lascia il doppio round austriaco con due punti conquistati, il che è già un mezzo miracolo considerando le attese della vigilia.

Al momento l’Alfa Romeo è nella lotta di mischia che comprende AlphaTauri, Haas e Williams. In pratica allo stato attuale della competitività della vettura, la zona punti è un’impresa difficile da raggiungere per la scuderia italo-svizzera.

La speranza è quella che arrivino sviluppi tecnici da Hinwil che riescano a far progredire la C39. Sia Raikkonen che Giovinazzi lo sperano, per poter lottare più ad armi pari con il gruppo lì davanti. E non battagliare solo per le posizioni di rincalzo fuori dai punti.

Alberto Murador


Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".