F1 | Stiria: Red Bull buona la seconda

Nel GP di Stiria la Red Bull porta a casa un terzo e quarto posto che sa di rivincita rispetto ad una settimana fa.

di Federico Caruso | @fclittlebastard

Si dice che qualcuno ha avvistato i vertici Red Bull mangiarsi le mani a fine gara. Il GP di Stiria è stato quello che si erano auspicati fosse stato il GP di Austria una settimana fa. Verstappen terzo e Albon quarto dietro ai marziani. Perché di marziani si tratta.

Mentre Hamilton prendeva il volo e lasciava il vuoto dietro, Verstappen almeno ci ha provato a battagliare con Bottas per la seconda posizione. Ma la superiorità della Mercedes si vede, e si subisce anche quando tiri fuori numeri da fuoriclasse. Alla fine Max arriva terzo, ma non è mai contento giustamente, perché sa di avere il talento per battagliare con i primi.

Albon nel mentre si attirava un’altro contatto, questa volta con Perez si faceva strada tra le varie inseguitrici ed ha portato un ottimo quarto posto per la scuderia di Milton Keynes. Certo il distacco è ancora abissale dal compagno di squadra che sembra praticare un altro sport. Però il ragazzo al secondo anno su una F1 dimostra di essere costante e portare punti importanti al team.

Oggi onestamente più di questo non si poteva chiedere alle due Red Bull in pista.

Rimane il rammarico per la settimana scorsa, sempre nel GP di casa Red Bull. Uno zero che visto quello che è accaduto oggi sa molto  di rimpianto.

La Red Bull c’è ed è pronta per affermarsi quest’anno come seconda forza del mondiale. Già, solo secondi, perché lì davanti le frecce d’argento, anzi frecce nere, sono ancora su un altro pianeta.

Quest’anno l’unica possibilità sarà quella di approfittare, qualora ci fossero, degli errori della Mercedes.

Per ora se ne vanno via dal doppio appuntamento in Austria con un bicchiere mezzo pieno.


Federico Caruso

Nato a Roma sotto il segno dei motori turbo V6 nel 1984. Sono sempre alla ricerca di qualcosa che mi sappia emozionare come Ayrton Senna. Scrivo con passione per amore della F1.