F1 | Austria: Giovinazzi salva il weekend dell’Alfa Romeo

Nel GP d’Austria Giovinazzi tiene in alto i colori del team Alfa Romeo Racing. Il pilota italiano conquista un inaspettato nono posto, mentre Raikkonen è stato costretto al ritiro per una gomma fissata male sulla sua monoposto nel finale della corsa. 

Antonio Giovinazzi raccoglie il massimo nel GP d’Austria, ottenendo un nono posto finale che per l’Alfa Romeo rappresenta una grossa boccata d’ossigeno. Soprattutto se si considera la scarsa competitività della vettura. Il pugliese ha dimostrato un’ottima maturità in pista, tenendosi sempre fuori dai guai in una corsa ricca di colpi di scena e caotica. Poi nel finale del GP, Antonio ha saputo un tenere un buon ritmo che gli ha permesso di concludere in zona punti, dopo essere partito addirittura diciottesimo. Tra le altre cose nel finale del GP molto bello il sorpasso ai danni di Vettel.

Bisogna dire che Giovinazzi è riuscito a raggiungere la zona punti si per via dei ritiri, ma la monoposto va sempre portata al traguardo.

E da questo punto di vista il pilota italiano ha mostrato la sua costanza, cosa che nel 2019 è venuta a mancare in più di un’occasione.

Due punti preziosi per il team Alfa Romeo in questo inizio travagliato del mondiale di F1.

Inoltre Giovinazzi ha un altro motivo per cui festeggiare oltre ai due punti conquistati in Austria. In quasi tutto il weekend l’italiano è sempre stato davanti al team mate Kimi Raikkonen. Cosa non da poco considerando che “Iceman” non è certo un “fermo”. E la gara del finlandese a differenza di quella di Giovinazzi, è stata da dimenticare.

Raikkonen era rientrato ai box al giro n° 54 per cambiare le gomme, sfruttando così l’ingresso della SC per permettere ai commissari di rimuovere la Williams di Russell.

Ma nel momento in cui rientro la SC stava per rientrare, la ruota anteriore destra s’è staccata in curva 9 sulla monoposto di Raikkonen. Costringendo il finlandese al ritiro.

Inoltre in seguito all’accaduto, il team Alfa ha ricevuto una multa di 5000 euro per il mal fissaggio della ruota sulla monoposto del finnico.

Peccato perchè poco prima della ripartenza “Iceman” stava occupando la zona punti. E probabilmente entrambe le monoposto italo-svizzere sarebbero andate a punti. Ora per il team Alfa è già tempo di rimboccarsi le maniche nonostante i due punti ottenuti da Giovinazzi, poichè c’è parecchio lavoro da fare per migliorare la monoposto. Oltre al fatto di avere una power-unit Ferrari “sgonfia” di CV, che di certo non aiuta il team, soprattutto in un circuito come quello del Red Bull Ring dove serve potenza.

Alberto Murador


Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".