Donnini a Pit Talk: “In F1 bisogna cambiare!”

Puntata 202 di Pit Talk, ai nostri microfoni parla Mario Donnini di Autosprint che si esprime sulla necessità di cambiare in F1 vista l’egemonia Mercedes e di quanto possa far bene vedere Lewis Hamilton in Ferrari.

Pit Talk non si arresta, continua il suo ciclo di puntate e a parlare ai microfoni è Mario Donnini.

Stagione 2019 ormai conclusa con l’ennesimo dominio Mercedes, che incrementa il suo bottino e mette altri due trofei in bacheca.

Un dominio che forse inizia a stancare, visto che dall’inizio dell’era ibrida, la Mercedes ha sempre sbaragliato la concorrenza.

Il nostro ospite si è soffermato su quanto un cambiamento possa far bene alla F1 in questo momento, facendo riferimento ad un possibile approdo di Hamilton in Ferrari.

“Vorrei tutta la vita Hamilton in Ferrari, parlando da appassionato e amante della F1, così almeno cambia qualcosa. Dal 2014 è sempre la stessa storia.”

Alla base c’è la volontà di cambiare e invertire la tendenza di questo dominio che, senza ombra di dubbio, tende ad annoiare chi è appassionato di questo sport, togliendo quel sano spettacolo che arricchisce la F1.

Sicuramente è un’opportunità che affascina e che farebbe discutere, sia in positivo che in negativo, nonostante si tratti di un sei volte campione del mondo.

Non so se è giusto o sbagliato, ma so che l’importante è cambiare.

Secondo Mario Donnini il passaggio di Hamilton nella scuderia “rivale”, porterebbe solo vantaggi allo sport, aldilà di tutte le conseguenze che ne scaturiscono.

Analizzando più nello specifico, sarebbe davvero un cambiamento con un impatto mediatico devastante e sicuramente un incentivo per dare più fascino la F1.

Non capita spesso di vedere “l’eterno rivale” di una scuderia, passare all’altra sponda.

Nell’eventualità Hamilton prenderebbe il posto di Sebastian Vettel, ed è qui che sorge il dubbio, poiché uno come Charles Leclerc accanto, darebbe più di qualche problema al pilota britannico.

“Ma va benissimo se Leclerc mette in crisi Hamilton, perché è importante che succeda qualcosa.”

La linea di pensiero del nostro ospite rimane tale, anche davanti al possibile dualismo Hamilton-Leclerc in Ferrari.

La F1 ha bisogno di rinnovamento, qualsiasi evento di grande rilievo potrebbe sicuramente invertire la rotta di questi ultimi cinque anni.

Donnini lamenta una F1 noiosa, che non muta nel tempo, difficile da raccontare in questi anni, proprio perché l’egemonia Mercedes ha reso ovvio l’esito finale.

Dando per scontato che il duo Hamilton-Mercedes ha facilità nel dominare in F1, questo sport diventa anche noioso da raccontare.

Una opinione la sua, che può magari scontrarsi contro i fan della Mercedes, ma che senza dubbio, non è infondata.

Veder vincere sempre la stessa scuderia e pilota toglie lo spettacolo a questo sport.

Non si hanno certezze sul passaggio di Hamilton in Ferrari, ma sicuramente porterebbe a una serie di conseguenze che, malgrado tutto, invertirebbero la rotta di una F1, che veste d’argento da ormai 6 anni.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento