La nuova mescola Pirelli per il 2018

La Pirelli in occasione del GP del Brasile ha presentato la sesta mescola che sarà utilizzata dalle monoposto di F1 a partire dal 2018. Questa nuova mescola sarà ancor più morbida dell’attuale ultra-soft. La casa milanese vuole contribuire ad aumentare lo spettacolo in pista.

Il prossimo anno in F1 la Pirelli porterà ben sei tipi di mescole differenti, oltre a quella intermedie e full wet da bagnato. L’annuncio ufficiale da parte della casa italiana fornitrice di pneumatici è arrivato nel weekend del GP del Brasile, con l’introduzione della nuova mescola con la banda colorata di rosa. La nuova mescola sarà ancor più morbida rispetto all’attuale ultra-soft (introdotta questa stagione).

Essendo ancor più morbida dell’ultra-soft, garantirà prestazioni ancor più elevate alle monoposto di F1. Dunque l’impegno da parte della Pirelli nel circus aumenta in vista del 2018. La casa della Bicocca è stata criticata in questa stagione per via delle gomme troppo dure portate in pista, con le strategie di gara limitate dall’unica sosta ai box in diversi GP.

Ecco quindi la risposta decisa da parte della Pirelli, con l’azienda milanese che aumenterà il proprio impegno in F1 dal 2018. In pratica nel giro di due sole stagioni la casa italiana ha introdotto due nuove mescole, al fine di dare più possibilità alle scuderie di “giocare” con le strategie, e contribuendo ulteriormente agli upgrade delle performance in pista di queste monoposto.

Il nome della mescola sarà decisa dagli appassionati attraverso le piattaforme social di Twitter, Facebook ed Instagram votando tra i tre nomi da scegliere, ovvero megasoft, hypersoft ed extreme soft.

Prima d’ora in F1 nessuna casa produttrice di pneumatici ha introdotto ben due mescole nel giro di due stagioni, anche nel periodo in cui erano presenti sia Bridgestone e Michelin nei primi anni duemila. In qualche modo questa nuova mescola favorirà un aumento dello spettacolo in pista, con il benestare da parte di Liberty Media.

Questa nuova mescola verrà provata dai team già ad Abu Dhabi dopo l’ultimo GP della stagione, dove si delibereranno le mescole 2018. Un fattore tecnico molto interessante sarà nel vedere quale monoposto si saprà meglio adattare a questo nuova gomma, e soprattutto in quali circuiti del calendario 2018 verrà utilizzata.

Ad ogni modo tanto di cappello alla Pirelli, sempre pronta ad investire tempo e denaro per garantire un miglior spettacolo al circus.

Alberto Murador

Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall’età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del ” made in Italy “.