lunedì, Novembre 28, 2022

Cambiano le regole, arrivano le direttive dalla FIA

 La FIA, riunitasi mercoledì, ha cambiato alcune regole riguardanti il campionato di F1. Queste riforme toccano vari problemi, alcuni nuovi altri già noti, quali il porpoising, i problemi relativi all’affidabilità e il format qualifiche.

Lo scorso mercoledì, il Consiglio Mondiale FIA, si è riunito per discutere su varie tematiche riguardanti il regolamento della F1. La direttiva tecnica approvata dalla FIA nelle scorse settimane dalla federazione, relativa al problema porpoising, partirà dal prossimo gran premio di Francia. I team hanno dunque due gare per potersi adattare per quando dovrebbe entrare in vigore la direttiva.

Il secondo punto discusso dal consiglio, riguarda la gestione delle power unit durante il campionato. In particolare, viene rivista la modalità di gestione dei motori. I vari team da adesso potranno cambiare PU, nonostante il regime di parco chiuso, con uno più recente, senza riscontrare penalità. Inoltre, dalle prossime gare, è aggiunta la possibilità di riparazione dei propulsori, senza dover aspettare l’autorizzazione FIA. Altra aggiunta relativa ai motori, riguarda la benzina. Quest’ultima, potrà essere raffreddata fino a 20 gradi nei GP più caldi e tale temperatura sarà rilevata un’ora prima dell’entrata in pista.

I cambiamenti però non finiscono qui. Le altre modifiche, riguardano in primis gli specchietti retrovisori visto che la visibilità posteriore non risulta essere adeguata alle norme di sicurezza. Ultimo cambiamento, non definitivo, è riguardano i motori 2026. Su quest’ultima però non è stato ancora stabilito nulla di concreto e si tornerà a parlare di ciò più avanti.

L’ultimo punto della riunione  riguarda il format delle qualifiche che sarà sperimentato dal 2023. In due weekend del prossimo mondiale, i piloti, avranno a disposizione 11 mescole anziché 13. Di queste 11 gomme, si dovrà riconsegnare 1 gomma per sessione libera (FP1 e FP2). Durante il weekend di gara, i team, avranno a disposizione: 3 gomme dure, 4 medie e 4 morbide. Durante le qualifiche, i piloti, saranno obbligati ad utilizzare: la gomma dura nel Q1, media nel Q2 e soft nel Q3. Ovviamente questo format di qualifiche verra testato solo per due gran premi per poi, nel caso dovesse avere riscontro positivo, essere utilizzato sempre.

 

3,668FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe