mercoledì, Ottobre 5, 2022

Schumacher sempre più lontano dalla Haas

Al secondo anno in F1, Mick Schumacher, continua a deludere il suo team. Dopo l’incidente di Monaco sembra essere sempre più lontano un possibile rinnovo di contratto da parte della Haas. Gunther Steiner non sembra essere molto soddisfatto del pilota tedesco. 

La Haas torna da Monaco con zero punti e due ritiri. Kevin Magnussen è stato costretto al ritiro della propria vettura, a causa di un problema al motore, proprio poco prima dell’incidente del suo compagno di squadra Mick Schumacher. L’incidente del tedesco non è piaciuto per niente al team principal Haas, Gunther Steiner.

Schumi jr a sette gare dall’inizio del campionato non sembra aver trovato il giusto feeling con la propria vetture. Lo dimostrano le deludenti prestazioni delle prime gare. Se lo scorso anno il pilota tedesco poteva essere giustificato, visto la provenienza dalla F2 e una macchina poco competitiva, adesso deve iniziare a portare risultati al suo team. Il divario con il suo compagno sembra essere molto elevato, basti osservare i 15 punti di Magnussen contro gli 0 di Schumacher.

L’incidente di ieri sicuramente non è piaciuto nemmeno ai piani più alti nel quartier generale Haas, viste le condizioni dell’auto e il numero di incidenti. Il team principal, Gunther Steiner,  ha parlato proprio della questione legata alle recenti prestazioni e gli incidenti del giovane pilota tedesco, dichiarandosi molto deluso riguardo a quanto accaduto. L’ingegnere italiano se ad inizio stagione provava a difendere il proprio pilota, adesso  inizia ad essere un pò infastidito.

Negli scorsi giorni si è parlato di un possibile avvicinamento da parte dell’Aston Martin nei confronti di Mick Schumacher. Il pilota tedesco, seppur portatore di molti sponsor e di un nome non di poco peso, dovrà comunque dimostrare di potersi meritare ancora il posto in F1. Sarà dunque fondamentale per lui, un’inversione di rotta già dalla prossima gara a Baku.

Ultimi articoli

3,657FollowersFollow
1,160SubscribersSubscribe