F1 Test Jerez, day 4: Altra doppietta motorizzata Ferrari

04 Febbraio 2015 – I test di Jerez sono già un ricordo. Sono stati bei test per i ferraristi, visto che anche oggi la Ferrari, con Kimi Raikkonen, ha ottenuto la cima della lista dei tempi. Dietro il finnico troviamo ancora una volta una Sauber, oggi con Ericsson alla guida, poi Hamilton e la Mercedes. Numerosi problemi tecnici per Red Bull, Lotus e McLaren. Prossima fermata: Barcellona.

Possiamo dire che questi quattro giorni sono a dir poco volati ed il bilancio è molto positivo sopratutto per la Ferrari che anche oggi ha piazzato la SF15-T in vetta alla classifica. Tra il finlandese e la sua nuova macchina c’è davvero un gran feeling. Per “Iceman” ben 106 tornate quest’oggi, che ha anche migliorato il tempo del compagno di squadra ottenuto due giorni fa: un best lap in 1’20″841 utilizzando gomme soft.

Dietro alla Ferrari, troviamo ancora una volta una sorprendente Sauber con al volante lo svedese Marcus Ericsson, anch’egli con ben 112 tornate all’attivo e un buon feedback alla squadra svizzera.

In terza posizione troviamo il campione del mondo in carica Lewis Hamilton con la sua Mercedes, anche quest’oggi la stacanovista di Jerez: 117 giri percorsi ed un miglior crono in 1’22″172. Per lui anche un testacoda (alla chicane prima dei box) che ha causato una bandiera rossa. Bisogna dire che l’inglese non ha mai cercato il tempo ma si è maggiormente concentrato sui long-run, cosa che ha sempre fatto la Mercedes in questi test di Jerez.

Dietro al brittanico troviamo il rookie Max Verstappen con la Toro Rosso, 97 tornate effettuate ed un best lap in 1’22″553. Tanti km quindi per il figlio di Jos per familiarizzare il più possibile con la F1.

In quinta piazza Felipe Massa con la Williams. Anche nella giornata odierna il team di Grove non ha voluto cercare il tempo sul giro ma ha preferito concentrarsi sui long-run con gomme medie e dure, un po’ come la Mercedes. Forse anche in Williams sono ben consapevoli del potenziale della vettura.

Dietro al brasiliano troviamo Grosjean (all’esordio con la Lotus in questi test) con 53 giri all’attivo. Sarebbero stati senz’altro di più se non ci fosse stato un inconveniente sul Mercedes della E23. Per il francese un crono di 1’23″802 utilizzando mescole medie.

Solo settima posizione per la Red Bull di Daniil Kvyat, questa mattina a lungo fermo ai box per un problema all’ERS della sua monoposto. Per lui nel pomeriggio anche un’escursione fuori pista ma 64 giri compiuti ed un tempo di 1’23″975  con gomme medie.

Chiude il gruppo, ancora una volta, Jenson Button con la sua McLaren motorizzata Honda: oggi 35 tornate portate a termine dal campione del mondo 2009 ma con tempi ancora decisamente alti. Il britannico, con gomme medie, non è riuscito a far meglio di 1’27″660. Se la prestazione mancata non bastasse, c’è da segnalare che anche oggi i box di Woking  si son chiusi anzitempo a causa di un problema alla pompa della benzina. Ancora molto lavoro da fare, quindi, sopratutto in termini di affidabilità.

Prossimo appuntamento con i test a partire dal 19 Febbraio sul circuito del Montmelò.

Riepilogo tempi:

1 Kimi Raikkonen Ferrari 1m20.841 106 giri
2 Marcus Ericsson Sauber-Ferrari 1m22.019 gap: 1.178 112 g.
3 Lewis Hamilton Mercedes 1m22.172 1.331 117 g.
4 Max Verstappen Toro Rosso-Renault 1m22.553 1.712 97 g.
5 Felipe Massa Williams-Mercedes 1m23.116 2.275 73 g.
6 Romain Grosjean Lotus-Mercedes 1m23.802 2.961 53 g.
7 Daniil Kvyat Red Bull-Renault 1m23.975 3.134 64 g.
8 Jenson Button McLaren-Honda 1m27.660 6.819 35 g.


Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".