domenica, Novembre 27, 2022

Ricciardo pronto a riscattarsi e restare in F1

Daniel Ricciardo deve riscattarsi se vuole restare in F1 e deve farlo già dal prossimo GP. Nonostante l’australiano abbia ancora un altro anno di contratto con McLaren, deve subito dare segnali di ripresa o potrebbe finire anzitempo la sua avventura in F1.

Le ultime sono state le settimane più difficili per la carriera di Daniel Ricciardo. Dopo l’ennesimo risultato deludente, nel GP di Monaco, in casa McLaren si inizia a pensare un futuro senza il pilota australiano. Negli ultimi giorni, dopo il rinnovo di Perez in Red Bull, è cresciuta l’ipotesi Pierre Gasly nel team britannico.

Il pilota McLaren è intervenuto in un’intervista ad una testata giornalistica inglese e si è espresso cosi, parlando di chi lo critica e lo vede fuori dalla F1:

Sono motivato a dimostrare che molte persone si sbagliano e quindi di avere ragione”. Parole che dimostrano la voglia di rivalsa da parte dell’ex pilota Red Bull. Lo scorso anno dopo un’inizio poco brillante è riuscito a svoltare la sua stagione arrivando anche a vincere il gran premio di Monza. Quest’anno, non dobbiamo dimenticare che Ricciardo è stato costretto a saltare i test con le nuove vetture a causa del Covid.

 

Prosegue cercando di rispondere alle critiche fatte sulla sua guida e sui risultati negativi di quest’anno:

‘La realtà è che non ho dimenticato come si guida in sei mesi, non ho perso il mio spirito competitivo. Devi lasciar parlare la gente, sta a me in macchina dimostrare loro che si sbagliano. Penso che per farla breve, posso ancora farlo e credo al 100% in me stesso”. L’unica gara positiva della stagione finora è stata quella nel suo paese, in Australia. In terra oceanica, il pilota McLaren è riuscito a mostrare cosa può offrire ancora alla F1.

Infine ha speso parole sul motivo per il quale corre e su cosa lo potrebbe spingere in futuro a smettere di correre. ”Divertimento e competitività. Se iniziassi a vincere ogni fine settimana, penso che aumenterebbe sicuramente resterei sempre di più. Penso che in questo sport, stai mettendo molte cose in gioco, stai spingendo un veicolo al limite e stai correndo dei rischi. Quindi penso che finché sono disposto a farlo e posso proseguire ai massimi livelli ed essere competitivo, allora continuerò”

Sicuramente parole di un pilota che non vuole mollare ma vuole continuare a restare nel circus il più possibile. Sarà indispensabile per lui dimostrare quanto vale e cercare il più possibile di essere costante nei i risultati, cosa che nel primo anno in McLaren è mancato. Ci sarà sicuramente bisogno di una svolta già da questo weekend in Azerbaigian, a Baku.

 

3,668FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe