Red Bull, Marko: “Non abbiamo ancora raggiunto il peso minimo”

F1 – Secondo il consulente di Red Bull, Helmut Marko, il problema legato ad aggiornamenti e budget cup riguarda tutte le squadre del circus, Ferrari compresa. “Non siamo in una posizione significativamente diversa dalla Ferrari”, ha dichiarato l’austriaco.

Gara dopo gara la lotta mondiale in F1 continua a farsi sempre più intensa tra la RB18 di Max Verstappen e la F1-75 di Charles Leclerc. Dopo un ottimo inizio della Ferrari nelle prime gare in Bahrain e in Australia, la Rossa si è trovata poi alle spalle della Red Bull a Imola, Gran Premio di casa, e a Miami.Red Bull

Specie negli ultimi due round, prima in Italia e poi in Florida, è stata resa evidente l’efficienza degli aggiornamenti della scuderia con sede a Milton Keynes. Updates che, a quanto pare, abbiano ridotto il peso della RB18. Ma in Spagna si prevede che la situazione, dal punto di vista del team di Maranello, dati gli aggiornamenti previsti per Barcellona, potrà essere differente rispetto a Imola e Miami.

Senza alcuna esitazione, anche Helmut Marko si è pronunciato sulla questione legata al budget cup cui aveva fatto accenno Binotto poco tempo fa. E per rispondere alle parole del suo avversario, il consulente della Red Bull ha “punzecchiato” il team principal sulla situazione degli incidenti che hanno coinvolto direttamente Carlos Sainz. Situazioni che, a suo dire, portano dei costi notevoli alla Scuderia:

Pianifichiamo i nostri aggiornamenti in modo tale da perdere peso sempre ad ogni aggiornamento, perché purtroppo non abbiamo ancora raggiunto il peso minimo. E non lo faremo del tutto raggiungere con il prossimo aggiornamento. È vero che l’aumento dei costi logistici è un problema, ma questo è vero non solo per noi, ma anche per la Ferrari e tutte le altre squadre. Non credo che siamo in una posizione significativamente diversa dalla Ferrari sotto questo aspetto. Soprattutto perché mi chiedo come facciano, dato che abbia influito il fatto che Carlos Sainz si sia fermato più volte con la macchina. Non può essere economico.


Maria Iuliano

Classe 1996, capelli rossi come la Rossa, poliglotta e amante della Formula 1. Cresciuta con il mito di Schumacher, cerco di trasmettere la mia passione con le parole. "Ho sempre creduto che non ci si debba mai, mai arrendere, e continuare a lottare anche quando c'è una piccola, piccolissima chance". - Michael Schumacher