Flat Out SimRacing: prime vittorie e Grand Chelem

Flat Out SimRacing inizia i primi campionati e porta a casa i primi risultati importanti. Sì, il giovane team eSport è salito più volte sul gradino più alto del podio. Quando? La prima volta sul circuito nipponico di Sukuza grazie alla Mercedes numero 15 guidata da Leonardo Notazio. Ha agguantato la prima posizione durante le qualifiche e non l’ha mai più abbandonata. Ecco qui le parole del pilota dopo la gara strepitosa:

Mi ci voleva proprio una bella vittoria, tra l’altro la prima del team. Sono contentissimo, è stata una gara molto impegnativa a livello psicologico (mai un secondo di tregua) anche se avevo tutto sotto controllo grazie anche ad una super Mercedes ed al supporto del team. Ora però bisogna vincere dove veramente conta!

Nella stessa istanza di è fatto valere anche Marco Mignini, che ha tagliato il traguardo in sesta posizione con la sua Ferrari 488 dopo una prestazione che ha mostrato costanza e disciplina. Le sue parole:

Sono molto contento per il risultato individuale e del team che con il mio compagno agguanta la P1. Gara molto intensa sempre nel gruppo dei primi otto. Peccato solo per qualche sbavatura senza la quale sarei potuto essere più avanti!

La seconda gara in cui Flat Out SimRacing ha raggiunto la pole è ancora più speciale. Non solo perché è avvenuto nella pista italiana di Misano (durante il campionato organizzato da ACPA Racing Team, ndr) ma perché abbiamo visto la squadra avere il primo Grand Chelem: vittoria, pole e giro veloce. Il tutto grazie alle prestazioni magnifiche di Michele Villazzi.

La gara è stata perfetta, dalle qualifiche alla gara, non mi aspettavo questa prestazione con 40 gradi in pista. Penso che certi risultati si ottengano solo con tanto allenamento e costanza. Ringrazio il team per il sostegno e anche per il loro lavoro.

Un po’ di sfortuna in casa Flat Out SimRacing c’è stata, dato che Matteo Capogreco è partito con una grandissima prestazione, ma un contatto lo ha costretto all’undicesima posizione.

Per quanto riguarda la qualifica sono molto contento di aver migliorato il mio best lap nonostante la pressione per il poco tempo che avevamo per fare il giro. Infatti P4, P5 e P6 eravamo racchiusi in 90 millesimi. Per quanto concerne la gara, fino al tamponamento, sono stato molto contento di aver guadagnato una posizione dopo un paio di giri.

Se volete sentire le sensazioni dei piloti post-gara, vi consiglio di ascoltare il nuovo episodio di Pit Talk, sponsor di Flat Out SimRacing che ha avuto come ospiti i vincitori e il fondatore del team, Francesco Svelto.

Ricordate che il team ha una pagina Facebook dove annuncia tutte le gare e i campionati alla quale partecipa. Seguili andando a questo link.

In ultimo: #GoFlatOut