F1 | GP del Canada potrà essere posticipato

Il GP del Canada a Montreal ad oggi è la prima gara del mondiale di F1 2020. Ma data la situazione legata alla pandemia di Covid-19, l’evento è in forte dubbio. Ma a Montreal, a differenza di altri circuiti, il rischio annullamento dell’evento è scongiurato. Al massimo vi potrebbe essere un posticipo.

di Francesco Svelto |

Saltato l’appuntamento di Baku, inevitabile che le attenzioni si spostino su quello che è il successivo appuntamento del calendario che potrebbe ospitare, si spera, l’avvio del mondiale di F1 2020: il GP del Canada al circuito Gilles Villeneuve di Montreal.

Immagine

Al 14 giugno, data prefissata per l’evento, mancano due mesi e mezzo. La situazione legata al diffondersi della pandemia da Covid-19 è molto preoccupante per quel che concerne il continente nordamericano. E sebbene si speri che tra 75 giorni la situazione sia globalmente migliorata, è realisticamente prevedibile che la disputa dell’evento venga posta in forte discussione.

Jacques Villeneuve si espresso ieri a riguardo dell’argomento sostenendo di avere “[…] molti dubbi sul fatto che tutto si svolgerà regolarmente il fine settimana del 14 giugno. La buona notizia, però, è che la preparazione del circuito può essere ritardato. Non è una situazione così complessa come quella di Baku o Monaco!”.

Il circuito canadese, infatti, è un semi-permanente e questa caratteristica potrebbe portare gli organizzatori al posticipo dell’evento senza avere problematiche particolarmente importanti a differenza di come possono essere gli altri due appuntamenti citati.

A conferma di ciò si è espresso anche il direttore del Gilles Villeneuve di Montreal, François Dumontier:

Gran Premio del Canada: due settimane per decidere… - Formula Uno ...

“Per il momento il Grand Prix è ancora in programma per il 14 giugno. Se ci dovesse essere qualche annuncio, ci sarà sicuramente tra il 12 aprile e il 1 maggio. Questo periodo coincide con le scadenze che ci prefiggiamo di ritardare l’assemblaggio del sito.

Noi non dobbiamo confrontarci con altri circuiti temporanei come Baku o Monaco, la cui corsa è stata annullata del tutto. A differenza di questi due eventi, possiamo iniziare a lavorare più tardi sul posto perché c’è una organizzazione più leggera. Di solito noi iniziamo all’inizio di aprile ma quest’anno potremmo anche aspettare un po’.

Ci sono molti fattori da considerare prima di prendere una decisione finale. Stiamo discutendo con i vari livelli di governo. Siamo proattivi e stiamo monitorando attentamente la situazione!”.

Il Quebec è in lockdown da tre settimane e il confine con gli Stati Uniti è attualmente chiuso. Entro un paio di settimane dovremmo avere il quadro della situazione canadese un po’ più chiaro. Se si dovesse optare per un posticipo, presumibile che l’appuntamento di Montreal vada ancora di più a sovraffollare il calendario di F1 di fine estate/inizio autunno in quanto sarà impossibile andare a cercare date troppo in avanti (novembre, dicembre) a causa del clima di quelle latitudini.

Francesco Svelto


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".