F1 | GP Monaco : Marchionne su Vettel, può restare quanto vuole.

Il presidente della Ferrari Sergio Marchionne ieri in un evento a Maranello ha parlato a tutto tondo in occasione dell’inaugurazione di alcuni nuovi spazi del museo Ferrari. Rilascia dichiarazioni importanti su Vettel; se la macchina gli piace potrà restare quanto vuole.

Ieri per la Ferrari a Monaco è stato un turno di prove libere eccezionale. Vettel è stato il primo pilota della storia ad abbattere il muro dell’ 1.13 sul circuito monegasco. La Ferrari ha dimostrato di essere in palla, anche Raikkonen ha ben figurato. La rossa è ormai consapevole di poter lottare per la vittoria su ogni tracciato.

Parallelamente a Mondena, il Presidente della Ferrari e a.d di FCA Sergio Marchionne, spalanca la porta nei confronti di Vettel in scadenza di contratto a fine stagione.

«Lui è contento in macchina, se gli piace quella macchina là, può rimanere con me quanto vuole».

«con Sebastian il discorso lo abbiamo fatto l’anno scorso, era molto nervoso perché la macchina non c’era, cerchiamo di trovargli la macchina che va bene, poi la scelta è sua».

Dichiarazioni che mostrano come in casa Ferrari il clima sia più disteso e soddisfatto. Non è un mistero che Vettel sia stato o sia nelle intenzioni di Mercedes. Non è un mistero che lo scorso anno per come andavano le cose il malcontento del Ferrarista era notevole. Vettel vuole vincere e per farlo pretende una macchina all’altezza. Questa Ferrari oggi lo è.

A Monaco la rossa ha impressionato, su una pista in cui un successo manca da tantissimi anni. Al riguardo Marchionne dice:

«Mi aspetto chiaramente che vinca, in qualche maniera, ma aspettiamo… È un circuito molto difficile, la macchina c’è, le prime impressioni sono buone, vediamo – ha detto – Finalmente sta uscendo la vera scuderia».

Oggi a Monaco per la F1 è un giorno di riposo, da domani in pista per il terzo turno di libere e per le qualifiche. La rossa ha nel mirino pole e vittoria. Sarà difficile ma un successo qui potrebbe innalzare le quotazioni mondiali di Vettel e magari far divenire la firma del rinnovo contrattuale una formalità.

Una riflessione va fatta. Non era normale lo strapotere Mercedes delle scorse stagioni. Vettel vuole una macchina vincente, è giusto e legittimo. La competitività del mezzo è fondamentale per il proseguimento del matrimonio Vettel-Ferrari. Non dimentichiamo però, non ce ne voglia Hamilton, che le grandi vittorie sono quelle ottenute punto su punto, gara per gara. In Ferrari Vettel oggi sta bene. La Ferrari ha raggiunto la Mercedes e oggi ci combatte alla pari. Cambiar casacca, per Vettel, potrebbe essere un autogol.

 

 


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alessandro Francese

Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna

Lascia un commento