F1 | Beastly Days : Montecarlo 1991 – il miracolo di Pirro

Sesta uscita di Beastly Days dedicata alla miglior gara in Formula 1 del nostro Emanuele Pirro che, nel 1991, ottenne uno strepitoso sesto posto con la BMS Dallara.

Il personaggio: Romano de Roma, Emanuele Pirro nasce il 12 gennaio del 1962. Inizia a correre sui Kart, dove dimostra talento e una precisione di guida degna di nota. A soli 19 anni, corre la 24 ore di Le Mans per la prima volta al volante di una Lancia Beta Montecarlo Gruppo 5, ma si ritira per noie meccaniche dopo soli 47 passaggi. Nel 1988 viene ingaggiato dalla Mclaren per svolgere il ruolo di test driver, e si trasferisce in Giappone dove compie un’infinità di chilometri sul tracciato di Suzuka. Senna in persona, mica uno a caso, elogerà spesso il lavoro di Pirro. Nel 1989 debutta i Formula 1 al posto del silurato Benetton Johnny Herbert. Manca la conferma nel team dell’imprenditore trevigiano, e così trova spazio alla BMS Dallara come pilota di riserva. Dopo solo due gare, viene promosso al posto di Morbidelli ma i lenti e obsoleti motori Ford inibiscono l’ottimo lavoro della Dallara e il talento dei due piloti romani Pirro, appunto, e Andrea de Cesaris. Nel 1991 arriva la conferma alla BMS e al posto di De Cesaris arriva il veloce finlandese Lehto. Il 1991, anche se non statisticamente, è da considerarsi come il miglior anno di Pirro di Formula 1. Il perchè lo si trova nella grande prestazione del Gran Premio di Montecarlo.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Luca Sarpero

28 anni di vita e 29 passati ad amare la Formula 1. Senza se e senza ma. Amante del web per passione, storico di F1 per vocazione.

Lascia un commento