F1 | Nico Rosberg non torna sui suoi passi (forse)

Nico Rosberg in una recente intervista ha dichiarato che il suo ritiro dalla F1 è definitivo, senza nessun rimpianto. Il campione del mondo 2016 esclude quindi la possibilità di prendersi solamente un anno sabbatico.

Il campione in carica della F1 Nico Rosberg a pochi mesi dal trionfo mondiale e dall’annuncio del suo ritiro dalle corse, ha ribadito il fatto che il suo stop è permanente. Il tedesco intervistato dai microfoni di Auto Motor und Sport ha comunque dichiarato che il suo futuro resta legato al mondo dei motori.

Difatti nonostante non sia più pilota della Mercedes in F1, ricopre a partire già da quest’anno il ruolo di ambasciatore per la casa di Stoccarda. Inolte il tedesco oltre ad essere testimonial per la Mercedes, è anche legato a diversi sponsor che ruotano nell’orbita del motorsport.

Il sogno futuro di Nico è anche quello di poter fare da “coach” ai giovani piloti, seguendoli sin dai kart per poi portarli in F1. Comunque prima di dedicarsi ai progetti futuri il figlio di Keke ha detto che prima di tutto si dedicherà alla sua famiglia. In particolar modo dopo aver realizzato il suo più gran sogno sin da quando era bambino, quello appunto di diventare campione del mondo di F1.

Se nella scorsa stagione Rosberg non avesse vinto il titolo, molto probabilmente lo avremmo visto ancora in pista a lottare con il team mate Lewis Hamilton. Ma in questo 2017 a rendere la vita difficile in Mercedes c’è Valtteri Bottas. Nico ha pienamente approvato la scelta di affiancare il finlandese ad Hamilton, convinto che l’ex pilota Williams potrà dire la sua nella lotta per il titolo.

Tuttavia le parole rilasciate in questi mesi dal campione del mondo 2016 non convincono tutti gli addetti ai lavori ed appassionati, perchè più di qualcuno afferma che Rosberg potrebbe prendersi un’anno sabbatico per poi ritornare nel circus. Anche se sono solamente delle speculazioni prive di fondamento, c’è chi vedrebbe già Nico al volante di una rossa nel 2018.

Il passato ha sempre insegnato che in F1 tutto può sempre accadere, come Michael Schumacher che dopo 3 stagioni lontano dal circus aveva deciso di tornare (alla Mercedes ndr), o come fece Alain Prost ritirandosi a fine ’91 per poi tornare nel ’93 e vincere il suo quarto titolo. Ma questa è un’altra storia ancora.

Alberto Murador


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".

Lascia un commento