F1 | Spa Francorchamps: la sfida delle Ardenne
 

 


F1 | Spa Francorchamps: la sfida delle Ardenne

Arriva una delle gare più attese del mondiale: il Gran Premio del Belgio sul mitico circuito delle Ardenne. SPA-Francorchamps mantiene intatto il suo fascino.

di Giulio Scaccia

Ci sono luoghi ricchi di fascino e mistero. Ci sono luoghi che stimolano l’immaginario. Ci sono luoghi in cui sono avvenute epiche battaglie: le Ardenne sono uno di questi. Il circuito di SPA da sempre nell’immaginario collettivo dei piloti è sinonimo di sfida, imprevisto, ricerca del limite. Lo è per i piloti, lo è per gli appassionati,. Qui si esaltano i migliori: SPA è la tesi di laurea per un pilota.

Schumacher_SPAIl circuito sulle Ardenne, che segue l’andamento altimetrico del terreno, è ricco di saliscendi, curve sia tecniche che da “pelo” sullo stomaco; con le alte velocità e le sorprese legate al meteo ed alle condizioni della pista, ha quasi sempre dato vita a gare appassionanti ed imprevedibili.

A SPA c’è la curva più impegnativa del mondiale: l’Eau Rouge – Radillon, dove i campioni fanno la differenza. E’ una velocissima e ripida combinazione di curve destra-sinistra in salita (in 240 metri di pista si affronta un dislivello di 24 metri). Spa non è solo l’Eau Rouge, come viene sinteticamente chiamata la doppia curva. Stavelot, Blanchimont, Malmedy, sono tutti nomi ben noti agli appassionati.

Qui hanno vinto e si esaltano i grandi campioni. Cinque volte ha vinto Ayrton Senna, Sei volte (sette senza una squalifica) Michael Schumacher. Il tedesco di Kerpen qui ha ottenuto nel 1992 la sua prima vittoria ed è il pilota che ha vinto di più sulle Ardenne. Ma il circuito di SPA non è sempre stato dolce per Michael Schumacher. Qui nel 1998 sotto il diluvio buttò alle ortiche il suo primo mondiale con la Ferrari, cadendo nella trappola McLaren e tamponando David Coulthard.

Partenza_SpaA SPA Michael ha subito poi nel 2000 da parte di Mika Hakkinen uno dei sorpassi più incredibili della storia, al termine del rettilineo del Kemmel. Un capolavoro del finlandese, che però fu il preludio ad una serie di successi di Michael Schumacher che in quell’anno riportò il mondiale a Maranello.

Quattro volte ha vinto a SPA anche Kimi Raikkonen. Il finlandese sembra avere una marcia in più su questa pista, dove è riuscito a portare alla vittoria nel 2009 anche la lenta e scarsamente performante Ferrari F60. Qui Kimi Raikkonen è stato protagonista di un entusiasmante duello con Lewis Hamilton nel 2008 su una pista impraticabile. La corsa di Kimi finì contro un muro, ma la sua guida ed il suo combattimento sotto la pioggia sono diventati un cult della Formula 1 ed hanno esaltato il talento di entrambi.

Ricordiamo inoltre che Chris Amon, recentemente scomparso. pur non avendoci mai vinto, è considerato tra gli specialisti di Spa. La vera Spa-Francorchamps, quella con ancora il rettilineo Masta e le curve di Holowell o Burnenville.

Tra i piloti in attività, oltre a Kimi Raikkonen, a SPA hanno vinto Sebastian Vettel, Jenson Button, Lewis Hamilton e Felipe Massa. Manca all’appello Fernando Alonso, sempre “respinto” dalle Ardenne.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Giulio Scaccia

Giornalista ed appassionato, seguo la Formula 1 dal 1978. Da Gilles Villeneuve a Michael Schumacher, sempre la Ferrari nel cuore.

Lascia un commento