sabato, Ottobre 1, 2022

FE Il punto dopo Miami

24 Marzo 2015 – A poco meno di due settimane dall’ePrix di Long Beach di sabato 4 Aprile, sembrerebbe che la lotta per la vittoria del primo campionato di FE possa essere un affare a tre con Prost, Di Grassi e Bird.

di Alberto Murador

Poco più di tre mesi alla conclusione del campionato FIA Formula E, che si concluderà con il doppio appuntamento di Londra il 27 e 28 di Giugno. Certamente nessuno avrebbe speso una parola a favore di questo campionato, eppure questa scommessa di Todt in quanto a spettacolo ed innovazione sta mantenendo le attese.

Dopo cinque ePrix sin qui disputati, a contendersi il ruolo di vincitore del campionato 2014-2015 (al suo primo anno di vita) troviamo tre agguerriti piloti pronti a tutto pur di entrare nella storia: il francese Nicolas Prost, il brasiliano Lucas Di Grassi ed il britannico Sam Bird. Ovviamente dopo l’ultima vittoria dell’ ePrix di Miami, proprio Nico Prost è senz’altro l’uomo da battere. Il figlio di Alain ha dimostrato di trovarsi perfettamente a suo agio con queste monoposto, forte del fatto che nelle ultime due gare è sempre andato a podio. Inoltre il francese può contare sul fatto di essere in un team forte come l’e.Dams Renault, unica forza nel campionato ad aver totalizzato ben 2 vittorie, una con Prost a Miami e l’altra con Buemi in Uruguay.

Occupa al momento la seconda posizione l’altro contendente per il titolo Lucas Di Grassi, nonostante dopo la vittoria della corsa inaugurale in Cina non sia stato capace di essere costante nei risultati un po’ per la sfortuna ma anche per via dei suoi errori nella guida. Il brasiliano, come nel caso di Prost, dispone di un ottimo team, supportato ufficialmente dall’Audi anche se il team è gestito da Abt. Terza posizione invece per Sam Bird con i suoi 52 punti conquistati in classifica sin’ora, anche grazie alla vittoria in Malesia a fine novembre. Il suo datore di lavoro e proprietario del team Virgin è niente di meno che Richard Brenson da sempre molto attivo in questo progetto, sopratutto dopo aver abbandonato la F1 a fine 2011.

Tuttavia per la conquista del titolo non bisogna nemmeno escludere piloti come Piquet, Buemi e Da Costa nonostante siano abbastanza lontani dalla vetta. Come si è visto in questi primi cinque appuntamenti, le sorprese non sono mai mancate.

Purtroppo per i nostri colori sino a questo momento nessun risultato di rilievo ottenuto dal team di Trulli, con alla guida Jarno e Michela Cerruti, sostituita a Miami dall’ex F1, Vitantonio Liuzzi. La squadra italiana, però, ha ancora il tempo necessario per potersi togliere qualche soddisfazione, magari salendo sul podio. Un altro pilota che sta molto a cuore ai tifosi italiani, è senz’altro Jean Eric Vergne. Il pilota della Scuderia Ferrari fin’ora è stato tra quelli più sfortunati, dimostrando però di avere un’ottima sensibilità nel pilotare queste monoposto elettriche. Anche per il pilota francese c’è di sicuro la possibilità di puntare al podio nei prossimi round.

Nell’attesa del sesto round del campionato che si terrà a Long Beach il 4 aprile, andando sul sito ufficiale del campionato potete votare il vostro pilota preferito utilizzando i social media. Il più votato dal pubblico avrà diritto al cosiddetto FanBoost ovvero una potenza extra di 40 cavalli da utilizzare in gara per 5 secondi.

Alberto Murador
Alberto Murador
Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".

Ultimi articoli

3,653FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe