F1 | Aston Martin ha svelato la AMR21

La scuderia Aston Martin, nata dalle ceneri della Racing Point, ha tolto i veli alla AMR21, monoposto che affronterà il mondiale di F1 2021. Lance Stroll affiancherà il quattro volte campione del mondo ed ex Ferrari, Sebastian Vettel.

 

La scuderia Aston Martin affronterà il mondiale 2021 di F1 con la nuova AMR21. La monoposto curata da Andy Green mantiene una forte impronta di matrice Mercedes, avendo beneficiato degli aggiornamenti della W11 campione del mondo 2020.

 

Alcuni elementi Mercedes della passata stagione, come la geometria delle sospensioni, triangoli, puntoni – sono stati trasferiti dalla W11 alla AMR21. Le componenti non visibili, ricordiamo, per regolamento non possono essere condivise da un team all’altro.

Osservando la zona delle pance, possiamo notare una configurazione molto più estrema rispetto alla passata stagione che riprende fortemente il concetto aerodinamico della W11.

I tecnici di Silverstone, con tale conformazione, hanno reso la vettura in quella zona più “magra” al fine di fare posto alla nuova configurazione del sistema di raffreddamento della power unit Mercedes, che sarà la stessa che equipaggerà la W12 della casa madre.

Andando verso la zona a “Coca Cola”, il corpo vettura è stato reso ulteriormente più stretto, favorendo la scorrevolezza della vettura.

Analizzando la zona del profilo anteriore, invece, si nota un muso leggermente più stretto rispetto alla versione precedente.

L’unico elemento che non differisce dalla vettura della passata stagione, la R20 di Racing Point, è il telaio. Questo componente rientra in quelle componenti già omologate (il termine per presentare componenti da omologare alla FIA anche per questa stagione era il GP del Mugello di settembre 2020) e che da regolamento non possono essere modificate.

In pratica Aston Martin si presenta con una monoposto che ha le ottime basi della RP20 ma che è arricchita da molte soluzione aerodinamiche recenti di scuola Mercedes. Teoricamente potrebbe essere una monoposto molto più competitiva della RP20 e una delle maggiori candidate, assieme a McLaren, Alpine e anche Ferrari (si spera) per la lotta del terzo posto nella classifica costruttori.

E chissà che non possa anche infastidire la Red Bull…


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: