Formula E | Mitch Evans e la Jaguar trionfano a Città del Messico

Mitch Evans è stato il dominatore assoluto dell’E-Prix di Città del Messico. Una prestazione incredibile la sua, e una vittoria mai in discussione per tutta la gara. A completare il podio ci pensano Antonio Felix Da Costa e Sebastien Buemi.

L’evento si è svolto con una splendida cornice di pubblico, a testimonianza dell’interesse sempre maggiore che riscuote questa categoria.

La gara è stata molto combattuta, tranne che per la prima posizione. Evans alla partenza si è subito liberato di Andre Lotterer (che scattava dalla pole). Da lì il neozelandese ha impresso un ritmo insostenibile per tutti.

Il portacolori della Jaguar, nel corso della gara, è stato poi abile a riaprire di nuovo un distacco con il resto della griglia, in seguito ad una safety car per l’incidente occorso a Nico Muller.

Ottima la gara dei due portacolori di DS, Da Costa e Vergne che terminano rispettivamente al secondo e quarto posto, e di Sebastien Buemi, che finalmente riesce ad ottenere i primi punti di questa stagione.

Da segnalare inoltre la bella rimonta di Lucas di Grassi e dei piloti Mahindra. Il brasiliano dell’Audi ha saputo rimontare dal quindicesimo posto in griglia, ad un ottimo sesto posto finale.

Mentre, i due portacolori del team indiano (Wehrlein e D’Ambrosio), dal fondo dello schieramento sono riusciti a risalire e ad ottenere buoni piazzamenti, rispettivamente P10 e P11.

Passando alle note negative, non si può non citare Andre Lotterer.

Il portacolori della Porsche, dopo aver realizzato una fantastica pole position, in gara ha commesso troppi errori, che lo hanno poi costretto al ritiro.

Negativa anche la gara di Felipe Massa, che fatica a trovare il giusto feeling con la sua Venturi. Uno scontro con le barriere ha messo fine a tutte le sue ambizioni. Opache anche le prestazioni della Mercedes e di Gunther, che tanto aveva impressionato nel precedente E-Prix.

Mitch Evans con questa vittoria guadagna anche la leadership in campionato. Infatti, Stoffel Vandoorne (l’ex leader), mentre era in lotta per punti preziosi, ha sbattuto a due giri dalla fine, rovinando così la sua gara.

Il prossimo appuntamento si svolgerà a Marrakesh il 29 febbraio.

Ordine d’arrivo:

1) Mitch Evans – Jaguar – 36 giri
2) Antonio Felix Da Costa – DS Techeetah – 4″271
3) Sebastien Buemi – Nissan e.dams – 6″181
4) Jean-Eric Vergne – DS Techeetah – 14″331
5) Alexander Sims – BMW Andretti – 19″244
6) Lucas Di Grassi – Audi – 28″346
7) Oliver Rowland – Nissan e.dams – 29″750
8) Edoardo Mortara – Venturi – 30″204
9) James Calado – Jaguar – 30″796
10) Pascal Wehrlein – Mahindra – 31″132
11) Jerome D’Ambrosio – Mahindra – 32″818
12) Robin Frijns – Virgin – 33″665
13) Maximilian Gunther – BMW Andretti – 35″512
14) Brendon Hartley – Dragon – 36″399
15) Oliver Turvey – NIO – 50″888
16) Neel Jani – Porsche – 1’04″891
17) Stoffel Vandoorne – Mercedes – 1 giro


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...