F1 | Tost vuole congelare le PU fino al 2025

Il team principal della Toro Rosso, Franz Tost vorrebbe mantenere l’attuale motorizzazione per altri 9 anni.

 A due anni dalla loro introduzione, le power unit continuano a far discutere. Sono state giudicate per essere troppo pesanti, costose, contrarie allo spirito dello sport, e ora qualcuno vorrebbe addirittura tenerle per molto tempo ancora. Il personaggio è in questione è Franz Tost, team principal della Toro Rosso. Queste le sue parole, rilasciate ad Autosport:
Non è necessario, dopo il 2020, cambiare di nuovo motori. Abbiamo già una power unit fantastica: un piccolo motore turbo, un sistema di recupero dell’energia e un sistema di batterie, che rappresenta la tecnologia del futuro. Se dovessimo di nuovo cambiare i regolamenti [riguardo ai motori] le squadre e i motoristi dovrebbero spendere di nuovo ingenti quantità di denaro, cosa non necessaria. Potremmo iniziare a congelare la potenza dei motori, in modo da abbassare i costi. Potremmo arrivare tranquillamente fino al 2025 [con queste power unit], e potrebbero anche arrivare nuovi costruttori in questo modo.
La proposta di Tost ha una sua logica sotto molti aspetti, ma presenta anche delle lacune. E’ vero che standardizzare le componenti di una monoposto può abbassare i costi, ma l’altro lato della medaglia è la mancanza di competizione, e nel caso dei motoristi l’impossibilità di fare ricerca per la serie.
toro_rosso_3
Le power unit sono state volute dai costruttori proprio per questo, e il congelamento delle power unit potrebbe causare l’effetto opposto di quello prospettato da Tost, ossia l’allontanamento di altri costruttori.
L’austriaco, del resto, ha suggerito di parlarne dal 2017, quando si avrà un’idea più chiara delle nuove monoposto. L’opinione di chi scrive è che la F1 debba ascoltare di meno i costruttori e di più i fans, che in fin dei conti sono i “clienti” e avrebbero diritto a ricevere il prodotto che vogliono.
Questi motori trasmettono poche emozioni, e bisognerebbe lavorare su questo aspetto.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Marco Bottamini

Seguo la F1 dal 2000, GP di Suzuka... Da allora, il mio amore per la regina del motorsport è diventato indissolubile. Ogni domenica è un rito, un brivido, un'emozione, sull'onda della velocità.