F1 | Alonso critica il regolamento per il 2017

Fernando Alonso nelle sue dichiarazioni non è mai banale. In una intervista punta il dito contro i regolamenti della prossima stagione.

di Giulio Scaccia

Sappiamo tutti che Fernando non le manda a dire e in questa estate stanno uscendo parecchie sue dichiarazioni. Alonso ha la capacità di non essere mai banale. Amato oppure odiato, ma mai scontato.

In un precedente articolo abbiamo riportato le sue critiche alle decisioni dello Strategy Group riguardante l’utilizzo di Halo e dei Track Limits. L’asturiano era stato chiaro, dicendo che era stufo di combattere decisioni “politiche” prive di una linea strategica.

Alla domanda su suo futuro e su quello che potrebbe essere un possibile ritiro Alonso è stato chiaro. Non dipende allda competitività della sua McLaren.

Credo che la domanda più importante che possa farmi è se avrò piacere di guidare le vetture del prossimo anno. Se le regole restano come sono ora e ci sarà bisogno di risparmiare carburante, risparmiare le gomme e controllare la corsa al 90% senza poter attaccare nelle fasi finali allora la prossima sarà la mia ultima stagione.

Alonso-Dennis-638x425Insomma una critica per nulla velata e probabilmente condivisibile da molti. I regolamenti che anestetizzano le gare, uniti a regole che avvicinano la F1 alle gare endurance spazientiscono i tifosi, ma certo non piacciono nemmeno ai piloti, in particolare quelli di temperamento e vecchia scuola. Non piacciono nemmeno a Vettel e ad Hamilton per fare altri nomi.

Conclude Alonso sempre riguardo i nuovi regolamenti: