F1 | Mallya: Terza vettura? Si, ma paga Bernie

25 Settembre 2014 – Secondo Vijay Mallya, proprietario del team Force India, la prospettiva della terza auto per il 2015, favorisce i top team ma non i team minori. Si alla terza vettura, ma con rimborso spese.

La situazione oramai è molto chiara, 3 team sono in seria difficoltà economica, addiritura 2 di questi rischiano di non finire neppure la stagione corrente. Si è arrivati ad un punto dove le decisioni che verranno prese, saranno determinanti per definire la F1 dei prossimi anni, è inevitabile che se per il 2015 questi team non saranno presenti, i team restanti dovranno chiaramente allestire una 3° vettura.

Ecclestone, anche in occasione del gp di Singapore, ha espresso il suo parere di voler vedere in griglia 3 Ferrari piuttosto che vedere monoposto che si beccano 4″ al giro. Non è della stessa opinione il patron della Force India Vijay Mallya, secondo cui c’è una soluzione più semplice per far fronte alla crisi economica dei team.

Mallya Force India Driver Announcement - London, England” So che in ogni gara, all’interno del paddock, si parla sempre e ci si interroga se i team in difficoltà economica, riusciranno a sopravvivere ed essere presenti nel 2015. C’è sempre questa incertezza, causata senz’altro dall’irrazionalità con cui i ricavi vengono spartiti tra i team, le grandi squadre percepiscono le grandi fette dei ricavi, mentre ai team minori restano solamente le briciole. Bisognerebbe dare a tutti le stesse possibilità, non solo quella di poter sopravvivere, ma quella di poter competere alla pari, sono sicuro che ci sarebbe una F1 migliore. ” Ha affermato Mallya.

Tornando all’argomento sulla 3° auto il magnate indiano, ha detto che se la Force India sarà costretta a costruire una terza monoposto per il 2015, Mallya si aspetta di essere rimborsato:

” Se Ecclestone vuole a tutti i costi la terza vettura, noi potremmo fare questo sforzo, purchè ci sia qualche sorta di rimborso. Per team come il nostro sarebbe un impegno molto duro in termini di risorse economiche, la 3° monoposto dovrebbe essere economicamente sostenibile. Anche se come ora non ha nessun senso la terza vettura, perchè quest’anno Mercedes con 3 vetture, avrebbe occupato sempre il podio in qualsiasi gara, come avrebbe fatto probabilmente la Red Bull lo scorso anno. Il nostro team per esempio, ha percepito molti meno ricavi lo scorso anno rispetto ad alcuni top team, eppure siamo qui, che lottiamo con McLaren per il 5° posto nei Costruttori. Questo è un esempio di come si può essere competitivi, spendendo meno rispetto ai top team. ” Ha concluso Mallya.



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".

One thought on “F1 | Mallya: Terza vettura? Si, ma paga Bernie

  • 28/09/2014 at 20:30
    Permalink

    Fia = Fiamma Ibernata Automobilistica, regolamenti inutili in l’anno prossimo si corre con 2 pistoni ,uno nel motore e l’altro nel’ano ,se scende in gara la terza macchina, non è più un GP ma un challenge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.