L’Hungaroring sarà croce o delizia per la Ferrari?

Si sta ancora discutendo di quanto successo al Paul Ricard domenica 24 luglio, durante il Gp di Francia. È però già ora di pensare al Gran Premio di Ungheria. Il 13esimo appuntamento fissato sul calendario, avrà luogo sul circuito dell’Hungaroring. Lo scorso anno a Budapest è successo di tutto. La Ferrari, e soprattutto Charles Leclerc, riuscirà a trovare il riscatto che cerca?

F1 – Il Gp d’Ungheria 2021 è entrato negli annali di F1 per tutti i singolari episodi che si sono verificati. Infatti, la gara che lo scorso anno ha preceduto l’usuale pausa estiva si è rivelata unica per Ocon. Con la sua Alpine è salito sul primo gradino del podio. Per la grande intesa e il gioco di squadra che Fernando Alonso ha offerto al suo compagno di Team. Memorabile la difesa di posizione dello spagnolo che ha tenuto a bada Hamilton per 13 giri. Come indimenticabile l’immagine di Lewis che con la sua Mercedes, si è trovato da solo alla partenza, mentre tutti erano ai box per passare dalle gomme da bagnato a quelle da asciutto. Inoltre, non bisogna scordare l’incidente iniziale causato da un errore di Bottas che crea un maxi tamponamento. L’incidente compromette anche la gara di Leclerc costretto al ritiro.

Lo scenario che si prospetta quest’anno è tutto diverso. Verstappen è sempre leader del mondiale, ok, ma a lottare con lui per il titolo (almeno si spera), c’è la Ferrari e non più la Mercedes. In particolare il pilota della Rossa che vorrebbe essere iridato, è Charles Leclerc che in Ungheria vuole riscattarsi dall’errore commesso a Le Castellet. Ci riuscirà? I tifosi della Ferrari si augurano di sì e anche il monegasco che dopo l’amarezza (più che giustificata) di domenica, non si è fatto più sentire. Nemmeno una storia su Instagram o una apparizione social.

L’Hungaroring comunque, dovrebbe essere una pista amica per la F1-75. Meglio mantenere il condizionale perché non si può mai sapere… comunque sia da Maranello, la squadra arriva a Budapest molto carica e soprattutto decisa a guadagnare un po’ di punti tanto per accorciare le distanze su Verstappen. Al termine del Gp di Francia, il Team Manager della Red Bull, Christian Horner ha dichiarato di essere un po’ preoccupato: “Sappiamo che l’Hungaroring come tracciato sarà una sorta di Montecarlo senza muretti. Per cui la Ferrari sarà di nuovo favorita. Non sarà facile per noi”.

Si spera però che non sia come a scuola “Non ho studiato” e poi ecco l’eccellenza… metafora permettendo Leclerc avrà un bel da fare per conquistarsi la pole sabato 30 luglio e quindi partire davanti al più bravo della classe (per il momento).


Sara Orlandini

Ciao a tutti! Sono Sara Orlandini e sono un'aspirante giornalista sportiva. Le mie passioni più grandi sono infatti la scrittura e lo sport, in particolare la Formula Uno che è adrenalina pura e da un senso alla domenica pomeriggio. Con i miei articoli vorrei riuscire ad esprimere il mio punto di vista sul settore più bello del motorsport!