martedì, Ottobre 4, 2022

SIlverstone: La Ferrari esulta con Sainz. Delusione Leclerc, solo quarto

F1 – Festeggiamenti a metà per la Ferrari che esulta per la vittoria di Carlos Sainz a Silverstone, ma perde Charles Leclerc al quarto posto. Delusione per il monegasco che ha visto sfumare l’ennesima occasione per accorciare su Max Verstappen nella classifica piloti.

Silverstone si colora di rosso con la prima vittoria in carriera per Carlos Sainz, che sigilla a sua volta il terzo successo stagionale per il team di Maranello, pronto a riprendere la lotta mondiale contro Red Bull e Max Verstappen. Un weekend con i fiocchi per lo spagnolo, già pole man del Gran Premio di Gran Bretagna su cui, a sua volta, ha messo la firma negli ultimi chilometri della corsa odierna. Grazie anche alla strategia adottata dal muretto (gomma rossa) approfittando del regime di safety car a seguito dell’anomalia che ha costretto la Alpine di Esteban Ocon ad accostare e a fermarsi lungo la pista.

Un risultato che Sainz cercava già da tanto tempo. E proprio oggi ha visto lo spiraglio giusto per poterselo finalmente prendere. Ma se da una parte c’è la gioia per la vittoria, dall’altra c’è dell’amaro per il quarto posto di Charles Leclerc, in testa all’intero gruppo fino al momento della ripartenza negli ultimi giri della gara di Silverstone. Un’occasione persa per lui per accorciare su Max Verstappen in ottica mondiale.

Azzardata la mossa del muretto Ferrari di tenere fuori il monegasco, mentre il suo compagno di squadra rientrava per montare pneumatici più veloci e più freschi. Una decisione che sicuramente non ha avvantaggiato il #16 in tuta rossa per quanto riguarda la lotta al titolo per la classifica piloti.

E’ chiaro che il pilota classe 1997 ha tutte le carte in regola (macchina compresa) per poter portare a casa quel mondiale che manca a Maranello da più di 10 anni. L’ultimo risale al 2007, quando un allora giovane Kimi Raikkonen aveva avuto la meglio su un esordiente Lewis Hamilton. Ma se Leclerc non ha una squadra che lo aiuti (come oggi e come a Monaco qualche settimana fa), è quasi impossibile che questo possa accadere.

Qui di seguito, le dichiarazioni del monegasco a fine gara ai microfoni di Sky Sport:

Non lo so. Ancora una gara dove il risultato finale non c’è, io ovviamente ho fatto di tutto. Non so se potevo fare di più, però io ero primo al momento dell’entrata della safety car. Per me non era la decisione giusta, ma va bene così. Non sono nessuno per chiedere dei chiarimenti alla Ferrari, però è stata una gara frustrante. Sì è vero, ho perso tempo nei primi stint. Contento per la prima vittoria di Carlos, è qualcosa di speciale. Ma non posso nascondere la mia delusione.

Ai box c’è ancora molto lavoro da fare, ma non in termini meccanici. La vettura c’è, il pilota anche. Manca un organico in grado di prendere decisioni che risultino efficaci e, quindi, vincenti a lungo termine.

Maria Iuliano
Maria Iulianohttps://twitter.com/mariaiuliano_
Classe 1996, capelli rossi come la Rossa, poliglotta e amante della Formula 1. Cresciuta con il mito di Schumacher, cerco di trasmettere la mia passione con le parole. "Ho sempre creduto che non ci si debba mai, mai arrendere, e continuare a lottare anche quando c'è una piccola, piccolissima chance". - Michael Schumacher

Ultimi articoli

3,654FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe