martedì, Settembre 27, 2022

Francia: Verstappen, maturità da campione del mondo

In Francia, Verstappen vince mostrando una maturità da vero campione del mondo. Seconda vittoria consecutiva in Francia.

di Federico Caruso | @fclittlebastard

Max Verstappen ha vinto in Francia sul circuito del Paul Ricard. Una gara segnata sicuramente dal grave errore di Leclerc che da una mano all’olandese verso la seconda vittoria consecutiva del mondiale piloti. Analizzando la gara di Verstappen possiamo notare come ci siano state due interpretazioni di gara, e di come lungo tutto il GP di Francia, Max sia stato in completo controllo della gara. Partendo secondo, al via, ha provato subito a superare Leclerc.

Ha spinto come il suo solito, rendendosi minaccioso negli scarichi del ferrarista. I primi giri sono stati tutti all’attacco, come il vero Verstappen che conosciamo. Quando poi ha visto che le sue gomme stavano perdendo di prestazione, non ha azzardato più.

Essendo primo nel mondiale, non ha voluto rischiare giustamente. Come Lewis Hamilton ha insegnato negli anni dopo la cura Lauda, non bisogna esagerare se ti trovi in vantaggio ed hai tutto da perdere. Ma appena rientrato ai box, con Leclerc primo e lui nelle retrovie, il team radio è stato chiaro, privo di interpretazioni.

 

Posso spingere? E dal box gli hanno detto, certo Max. E lui come un vero animale da pista, si è trasformato in un macina giri veloci che lo ha portato a recuperare il gap dal primo posto. Poi dopo l’uscita di Leclerc, con gli altri davanti a lui che hanno approfittato della safety car per rientrare ai box, si è svolta una ulteriore gara.

Max si è ritrovato in testa, e dietro a lui Hamilton. Alla ripartenza con la bandiera verde, è scattato fulmineo, sfruttando le curve della pista per prendere quel vantaggio per non farsi mettere pressione da Hamilton. Una volta preso il vantaggio, è stata tutta una gara di completo controllo. Di sicurezza. Sia data da una Red Bull che sembra aver trovato la sua affidabilità, ma soprattutto da una maturità finalmente acquisita.

Come si dice, che bisogna sfidare i più forti per poter crescere. Anche Max Verstappen dopo la battaglia epica con Hamilton, ha sicuramente imparato una lezione. Anche lui nell’intervista prima del podio ha detto che non bisogna combattere ogni volta, ma solo quando è necessario. Probabilmente meno arrembante del passato, ma forse molto più concreto. Quest’anno non ha mai sbagliato. I punti persi, li ha persi per problemi alla sua monoposto.

Verstappen in Francia ha mostrato una maturità da campione del mondo.

Federico Caruso
Federico Caruso
Nato a Roma sotto il segno dei motori turbo V6 nel 1984. Sono sempre alla ricerca di qualcosa che mi sappia emozionare come Ayrton Senna. Scrivo con passione per amore della F1.

Ultimi articoli

3,652FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe