lunedì, Ottobre 3, 2022

Austria: Leclerc magistrale, trionfo Ferrari al Red Bull Ring

 

In Austria la Ferrari di Leclerc vince nonostante un finale difficile. Ko la rossa di Sainz, Leclerc recupera 5 punti su Verstappen. Seconda vittoria di fila per una Ferrari competitiva ma ancora troppo fragile.

Charles Leclerc in Austria è autore della sua miglior prova stagionale o forse della miglior prestazione della carriera. L’Austria è arrivata in un momento difficile. Non era semplice guidare dopo Silverstone e parecchie sciagurate domeniche  che da Monaco avrebbero potuto far impazzire chiunque.

Leclerc ha risposto alla grande guidando alla vittoria la sua Ferrari e una Ferrari che solo il giorno prima nella Sprint Race pareva al solito quasi remargli contro. La battaglia tra le due rosse nella gara del sabato è parsa inutile quanto dannosa. Di fatto ha facilitato la fuga di Verstappen verso la vittoria parziale  del sabato.

Nel GP di domenica invece è stata tutta un’altra storia. La vittoria di Leclerc è stata schiacciante. Ben tre i sorpassi portati a termine su Verstappen e una condizione di superiorità su ogni gomma che dona ottimismo ad una causa che pareva già persa. E’ dura, sarà dura ma la Ferrari è tornata competitiva rispetto ad una Red Bull che ultimamente era di nuovo il riferimento.

Leclerc vince guidando in modo impeccabile, spesso al limite, senza errori. Sainz insegue ma non tiene il ritmo. Se doveva esserci una gara che facesse capire quali in Ferrari devono essere i valori in campo tra i suoi piloti quella di ieri è stata da manuale. Leggere ed imparare. Applicare fino alla fine del campionato. L’operazione rimonta se si farà ora è soltanto all’alba.

Poteva essere doppietta ma non è stato. Nel finale la monoposto di Sainz è andata in fiamme a causa della rottura del motore, peccato. Sainz poteva portare via altri punti a Verstappen e rendere ancora più prestigiosa una domenica che i ferraristi ricorderanno a lungo. Vincere a casa di Red Bull davanti ad un pubblico completamente orange è stata un’impresa epica.

Epica come la fatica che nel finale Leclerc ha dovuto portare al termine. La F1-75 è competitiva ma ancora incredibilmente fragile. Dopo il KO di Sainz anche la macchina di Leclerc ha iniziato a dare problemi. Gli ultimi giri a gas aperto gli hanno impedito una guida tranquilla. E’ stato un calvario. Leclerc dominatore di tutto il GP all’improvviso si è trovato esposto al recupero di Verstappen. Ha resistito, ha vinto. Anche dal punto di vista mentale una prova superba.

Per fortuna le gomme dell’olandese avevano perso la massima performance e Leclerc vincendo mette fine ad un lungo periodo di grame soddisfazioni. Ora è lui la prima guida. Lo dicono i punti di distacco da Sainz, lo impone un mondiale socchiuso che con una Ferrari così ancora si potrebbe riaprire.

 

Alessandro Francese
Alessandro Francese
Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna

Ultimi articoli

3,655FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe