lunedì, Dicembre 5, 2022

A Sainz in Canada mancava velocità

Carlos Sainz dopo il GP del Canada ha dichiarato ai microfoni che gli è mancata un po’ di velocità.

di Federico Caruso | @fclittlebastard

Il GP del Canada di F1 ha visto trionfare Verstappen su Red Bull davanti ad un Carlos Sainz davvero in gran spolvero. Sainz sin dall’inizio di stagione ha sofferto di più l’adattarsi alle nuove monoposto di F1 di quest’anno. Rispetto al suo compagno di squadra ha fatto davvero fatica a trovare un vero e proprio feeling con la Ferrari SF-75. In Canada però ha dato dimostrazione che anche lui è presente quando si tratta di portare punti alla squadra. Ha provato a vincere fino alla fine e si è distinto per un passo gara davvero notevole, calcolando che davanti aveva il campione del mondo in carica, e attuale leader del mondiale. Non proprio uno da poco.

carlos sainz

“C’era la possibilità di vincere, forse senza l’ultima safety car l’avrei passato e non mi avrebbe ripreso. Voglio questa vittoria più di ogni altro. Ho rischiato tutto, ma per sorpassare Verstappen serviva più velocità di punta. Oggi bastava partire davanti alla Red Bull, sarei andato via. Avevo uno due decimi di vantaggio, è la prima volta in cui mi sono sentito il più veloce. Ora a Silverstone faremo un altro passo. Volevo vincere, ma ho avuto buone sensazioni. La vittoria è stata molto vicina. Pensavamo fossero più veloci di un decimo, ma fin da subito mi sono sentito che potevo spingere. Anche io credo nel Mondiale, per tutti in Ferrari. Ora il mio approccio è quello di vedere gara per gara, senza pensare al campionato. Voglio vincere tutte le gare, essere veloce: così si vincono i mondiali”.

Il pilota Ferrari ha recriminato un po’ il gap con la Red Bull. Soprattutto a Sainz in Canada mancava un po’ di velocità di punta rispetto alla Red Bull di Verstappen.

“Ho spinto al massimo. Non ho lasciato neanche un centimetro, sia in frenata che vicino ai muri. Ho spinto al massimo anche con la batteria, le ho provate tutte per passare Max. Ma non avevamo abbastanza velocità per avvicinarci a sufficienza nei rettilinei o per portarlo fuori traiettoria alla chicane. La cosa buona è che siamo stati un po’ più veloci per tutta la gara. Qui però ci è mancato qualcosa per sorpassare. Siamo contenti del passo gara, per come siamo riusciti a mettere pressione a Max. Le tempistiche del pit stop sono state giuste. Le abbiamo provate tutte e siamo arrivati vicinissimi a vincere. Mi prendo gli aspetti positivi e continuerò a provarci nella prossima gara.”

Carlos Sainz torna da Montreal comunque soddisfatto. In generale lo spagnolo si presenterà a Silverstone la prossima settimana in gran forma. Sperando di poter avere quella velocità in più che in Canada gli avrebbe fatto comodo per sorpassare Verstappen. Adesso tutto quello che può sperare la Ferrari è che i motori tengano e che i due piloti rimangano concentrati come hanno fatto in Canada. Ovviamente al netto degli aggiornamenti che la Red Bull sembri voglia portare a Silverstone. Lo scopriremo tra qualche giorno.

Federico Caruso
Federico Caruso
Nato a Roma sotto il segno dei motori turbo V6 nel 1984. Sono sempre alla ricerca di qualcosa che mi sappia emozionare come Ayrton Senna. Scrivo con passione per amore della F1.
3,675FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe