F1 | Monaco Racing Team sarà la nuova scuderia nel circus?

Monaco F1 Racing Team. Ecco il nome della nuova scuderia che potrebbe fare il suo esordio in F1 nei prossimi anni. La cordata monegasca guidata dall’imprenditore Salvatore Gandolfo,  ha apprezzato le parole di Domenicali sulla possibilità di ridiscutere la tassa d’iscrizione  per i nuovi team che decidono di entrare in F1. Sarà l’ennesimo fuoco di paglia? Il progetto farà la stessa fine delle ultime scuderie durate poche stagioni?

Monaco F1 Racing Team: questa potrebbe essere la denominazione della nuova scuderia pronta ad entrare nella massima serie. A capo del progetto c’è l’imprenditore spagnolo Salvatore Gandolfo, attraverso la start-up MIM (Monaco Increase Management). Gandolfo ha affermato di aver apprezzato le parole di Stefano Domenicali riguardo l’eventuale ridiscussione per quel che riguarda la tassa d’iscrizione per entrare in F1.

Allo stato attuale una nuova scuderia se decide di entrare in F1, deve pagare una somma pari a 200 milioni di dollari.

Il tutto per tutelare (giustamente) l’interesse dei team già presenti in griglia, e che ogni stagione pagano la loro quota per partecipare al mondiale.

Tale normativa è stata approvata lo scorso settembre all’interno del nuovo Patto della Concordia. L’argomento è a dir poco delicato, soprattutto in uno sport costoso come la F1 dove il “Dio denaro” la fa da padrone. Dunque è chiaro che le parole di Domenicali saranno oggetto di lunghe discussioni tra i team, soprattutto in ottica futura.

La F1 nel corso degli ultimi anni, ha visto l’ingresso di diverse nuove scuderie, durate poche stagioni. Per carità, si sa che il motorsport è costoso, però in diversi casi i team che hanno esordito in F1 nell’ultimo decennio hanno dimostrato una cosa evidente: per entrare nel circus bisogna avere delle competenze tecniche non da poco.

Avere a disposizione solamente i capitali alle spalle non basta, poichè la F1 insegna che senza il “know-how” giusto, tecnici d’alto livello non si va da nessuna parte. Si rischia di essere ricordati solo come la scuderia “tappa buchi” della griglia.

Caterham, Marussia ed HRT sono le ultime scuderie (fatta eccezione per la Haas) ad aver tentato di trovare il loro spazio in F1, senza però riuscirci. Tra mille difficoltà sono resistite poche stagioni, lottando nelle ultime file, senza mai poter competere per qualche punto iridato. Anzi, facevano un campionato a se, lontani dal resto del gruppo.

Ora bisognerà vedere se il progetto Monaco F1 Racing Team si concretizzerà da qui ai prossimi anni. Gandolfo ha affermato di voler dar vita al progetto, nonchè di voler ufficializzare la loro richiesta di partecipazione al mondiale di F1. Molto dipenderà dalla volontà delle scuderie attualmente presenti in F1, ma anche da cosa deciderà la FIA riguardo ad eventuali nuovi ingressi nel circus.

Questo presunto nuovo team pronto a sorgere riuscirà ad arrivare in F1? Riuscirà a restare nel corso degli anni qualora riuscisse ad esordire nella massima serie?

Gandolfo avrà il compito (tutt’altro che scontato e facile) di creare dal nulla una squadra, trovare partner tecnici, reperire il personale adeguato, sponsor, etc etc.

Una sorta di “mission impossible”! Ancor più se si considera la difficile situazione economica che sta colpendo anche la F1.

Alberto Murador


Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: