F1 | Brasile: Ferrari a podio con Raikkonen ma perde il mondiale costruttori

La Ferrari è terza con Kimi Raikkonen. La Mercedes vince il mondiale costruttori.

di Giulio Scaccia

Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, rispettivamente in seconda e quarta posizione, partono con le mescole Soft, avendo superato la Q2 con questa mescola, a differenza delle Mercedes, entrambe con le SuperSoft. La scelta all’inizio non paga, le Rosse perdono posizioni e tempo dietro a Bottas che frena Raikkonen e Vettel. Al giro 19 Bottas fa il pit stop e le Ferrari sono libere di girare senza il freno del pilota Mercedes ma i tempi non sono di rilievo.

Dopo le fermate Vettel torna davanti a Raikkonen ma non è veloce. Le due Ferrari rimangono dietro a Bottas di nuovo fino al giro 36 quando i piloti di Maranello invertono le posizioni. Vettel mai veloce, per un problema probabilmente ad un sensore.

Al giro 44 finalmente Raikkonen passa Bottas mentre Ocon rovina la gara di Max Verstappen, in testa ed eccezionale fino a quel momento. Al giro 46 Ricciardo passa Vettel, mai veloce.

Raikkonen è terzo e mantiene il contatto con Verstappen. Al giro 54 Vettel fa il secondo pit, tentando di salvare una gara anonima ma non riesce ad avvicinarsi a Bottas. Il finlandese resiste negli ultimi giri alla pressione della Red Bull di Daniel Ricciardo chiudendo a podio una bella gara.

Alla fine terzo posto per Kimi Raikkonen che salva l’onore ma non il mondiale costruttori per la Ferrari. Vettel gara da dimenticare.

A fine gara Kimi Raikkonen:

Una bella gara, non è stata una grande giornata ma il risultato è discreto. Alla fine le gomme non erano male ma era difficile superare in curva 1.

Un Gran Premio che sembrava alla portata di Sebastian Vettel ha visto altri protagonisti.

La Rossa è sembrata non avere velocità di punta e qualche problema in trazione. Forse è bene che questo mondiale finisca al più presto. Il Gran Premio del Brasile porterà con sé molte polemiche ma è certo che la Ferrari è stata al di sotto delle aspettative.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Giulio Scaccia

Giornalista ed appassionato, seguo la Formula 1 dal 1978. Da Gilles Villeneuve a Michael Schumacher, sempre la Ferrari nel cuore. @GiulioScaccia - giulio.scaccia@f1sport.it

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com